La maestra è innocente: impossibile prevedere lo spintone, ma la sentenza arriva dopo 29 anni. Lei ha 81 anni

di redazione
ipsef

I fatti risalgono al 1986, ma la sentenza è arrivata dopo un po' di tempo, la maestra è in pensione ed è stata assolta.

I fatti risalgono al 1986, ma la sentenza è arrivata dopo un po' di tempo, la maestra è in pensione ed è stata assolta.

Gli alunni coinvolti adesso hanno più di 30 anni, al tempo erano dei bambini e uno di loro ne ha spintonato un altro cusando la perdita degli incisivi.

La maestra era stata condannata nel 1996 per "culpa in vigilando", perché "scendeva le scale dando le spalle alla scolaresca".

Nel 2006 nuova condanna di risarcimento, circa 37mila euro, pagati dal Ministero che si è rivalso sulla Maestra.

Ma il tribunale l'ha assolta, scrive Repubblica.it, vista la "assoluta correttezza comportamentale della bambina", che ha spinto l'altro alunno, dimostrata dalle sue pagelle (agli atti). In ogni caso, aggiungono i magistrati, "è un fatto socialmente notorio che uno spintone tra ragazzi è un evento molto difficilmente evitabile: trattasi di una fisiologica riluttanza ad osservare le regole nei minori, ben nota a chiunque abbia avuto un normale percorso scolastico".

Versione stampabile
anief
soloformazione