“Maestra, cosa possiamo fare per farla rimanere anche il prossimo anno?” Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Miriam Piattelli – Oggi a conclusione del progetto “sport nelle scuole” gli alunni della mia classe ,una quarta, erano impegnati in una bellissima manifestazione, alla quale erano presenti anche i genitori.

La rappresentante dei genitori ad un certo punto viene verso di me, si avvicina e molto diretta dice:” maestra cosa possiamo fare per farla restare anche l anno prossimo ?”

In quel momento mi ha attraversato il corpo un brivido e nella mente, ormai marchiata a fuoco, si ripresenta quella maledetta data che mi tormenta, ormai, giorno e notte :20/12/2017.

Mi si forma il solito nodo in gola, mi si riempiono gli occhi di lacrime, si rincorrono alla velocità della luce questi ultimi mesi fatti di notti insonni, pianti, delusioni, amarezza, lotte reali e virtuali, sacrifici su sacrifici senza senso, speranze e affievolimenti delle stesse … un mio alunno, accanto a me in quel momento, in quei pochi secondi in cui sono un groviglio di emozioni dice :”Maestra ti prego …ti paghiamo noi ! Vanno bene 50 euro ciascuno ?

Credetemi ! Faccio una fatica immane per trattenere le lacrime; le maestre non possono piangere ! Devono asciugare le lacrime dei loro piccoli alunni, sono le più forti dopo le mamme e sono pronte a rassicurare e trovare le parole giuste anche quando hanno la morte nel cuore. Cerco di superare con tutte le mie forze questo mio momento e spiego che c è una legge che stabilisce che le graduatorie in cui sono inserite le maestre supplenti debbono essere scorse, non si può andare contro la legge !

Ma non dico tutto, non dico che stanno per sbattermi fuori da quelle graduatorie perché in questo paese non c ‘è giustizia per i gli anni in cui ho servito lo Stato e ho formato ed educato piccoli uomini e donne. Non dico che, non solo non potrò più tornare da loro… ma che molto probabilmente non lavorerò più.

Tutto questo mi tormenta e non mi dà pace! Non posso dirlo Dirò sicuramente loro di non smettere mai di imparare, di studiare e di essere curiosi …sempre! La loro libertà e il loro futuro dipenderà dalla loro curiosità! Si, questo posso dirglielo …

Versione stampabile
anief
soloformazione