Mad scuola 2021: come scegliere la provincia di invio per la messa a disposizione. Voglioinsegnare.it

Stampa

La messa a disposizione, ovvero la propria disponibilità a svolgere ruoli di supplenza che si invia alle scuole, è molto spesso chiamata brevemente mad online o mad scuola. Perché?

Mad online: come funziona

“Mad” è l’acronimo di “Messa a Disposizione” e viene quindi usato per abbreviare il termine, molto usato da aspiranti docenti ed operatori del mondo della scuola per indicare questo documento, dove è sempre bene specificare le classi di concorso per le quali ci si candida.

La mad è di solito inviata via web, ovvero in formato elettronico, word o PDF, via email. Da qui la dicitura “online”.

La mad online è quindi diventata in breve tempo sempre più diffusa, per via della facilità di invio rapido e automatizzato con piattaforme come Voglioinsegnare.it.

Mad scuola: quale provincia scegliere per l’invio

Il maggior numero di cattedre vacanti, dove quindi si ha più probabilità di ottenere una supplenza, è situato a Nord. La disponibilità più ampia è in Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Friuli Venezia-Giulia, Emilia-Romagna.

Ecco alcune strategie per scegliere le province dove ci sono più possibilità di convocazione:

scegliere province del Nord Italia, dove è da sempre più facile essere convocati rispetto al Sud;

scegliere province di dimensioni medio-piccole, ad esempio Sondrio, Treviso, Rovigo, Mantova, Varese, Pordenone, Udine, meno considerate dalla maggioranza dei supplenti ma proprio per questo più carenti di insegnanti;

cercare di evitare le province molto grandi come Roma, Milano, Torino: sono abbastanza sature di candidati ed è più difficile essere convocati, a meno che non si abbiano titoli molto specifici o richiesti (ad esempio laurea in matematica o specializzazione sul sostegno)

scegliere province che includono comuni più difficilmente raggiungibili, ad esempio zone periferiche o di montagna. In questo caso gli aspiranti in graduatoria potrebbero rifiutare l’incarico per via della lontananza da casa, favorendo le convocazioni da mad.

I vantaggi dell’invio della mad online

Inviare la mad online presenta una serie decisiva di vantaggi:

  • rapidità: l’invio della mad scuola consente di inviare in modo simultaneo a più istituti scolastici e ordini di scuola la messa a disposizione. Per velocizzare ulteriormente l’invio, si può utilizzare il servizio Mad Express;
  • controllo dati: se si invia la mad online, una volta inseriti i dati, si sarà contattati da un operatore di Voglioinsegnare.it per controllare tutti i dati prima dell’invio della mad. In questo modo, si evita l’invio di una mad scorretta o incompleta.

Dati essenziali da inserire nella mad online

Oltre ai dati anagrafici ci sono alcuni dati fondamentali da inserire nella mad online. Eccoli:

  • titoli di studio, incluso il diploma: è la principale caratteristica valutata dagli istituti scolastici;
  • classi di concorso: sono i codici identificativi che permettono di capire quale materia è possibile insegnare;
  • esperienza lavorativa: aver effettuato periodi di insegnamento, lunghi o corti, viene visto molto positivamente da chi deve valutare il curriculum dell’aspirante insegnante.

INVIA ORA IL TUO CURRICULUM ALLE SCUOLE

Per informazioni contatta la segreteria didattica allo 02 40031245

Iscriviti alla nostra pagina facebook -> CLICCA QUI

Stampa