Mad scuola 2021: come funziona l’invio della messa a disposizione. Voglioinsegnare.it

Stampa

Anche quest’anno tantissimi docenti stanno ricorrendo all’invio della domanda di messa a disposizione, detta anche mad, per candidarsi per ruoli di supplenza nelle scuole.

Nella messa a disposizione è necessario inserire i dati anagrafici, i titoli di studio, le classi di concorso, e la disponibilità o meno al sostegno.

Voglioinsegnare è la prima piattaforma web creata in Italia per l’invio della messa a disposizione e offre servizi diversificati per l’invio a seconda delle esigenze, ecco quali sono.

Messa a disposizione: l’invio ordinario

L’invio ordinario della mad consente di scegliere una provincia e un ordine di scuola, al costo di 19 euro. L’invio viene effettuato entro 72 ore lavorative. Prima dell’inoltro di ogni domanda, una consulente si occuperà di chiamare il candidato per revisionare tuti i dati prima di procedere all’invio. Dunque, l’invio della mad verrà effettuato solo quando la domanda sarà formalmente corretta.

È possibile inviare a più province e ordini di scuola contemporaneamente, ogni invio ha un costo di 19 euro.

Per inviare la mad è necessario compilare il form guidato presente sul sito Voglioinsegnare

Mad Express: invio mad entro 4 ore

Se non si vuole attendere e inviare subito la mad, il servizio Mad Express consente di velocizzare notevolmente la procedura, grazie al contatto e spedizione entro 4 ore lavorative, a un costo di 29 euro a provincia/ordine di scuola. Gli ulteriori vantaggi dell’invio con Mad Express:

  • Elenco delle scuole sempre aggiornato
  • Invio report dettagliato per successivo riscontro
  • Consulenza gratuita sulla scelta delle classi di concorso grazie al nostro portale Classidiconcorso.it (l’unico aggiornato al DM 259/17)
  • Invio certificato con PEC su richiesta

    Mad Form: cos’è e come funziona

    Ultimamente alcune scuole hanno smesso di accettare la domanda di messa a disposizione tramite la casella email dell’istituto scolastico.

    Gli aspiranti docenti in questi casi devono quindi compilare i form predisposti dalle scuole singolarmente per inviare la mad online, attraverso web form come Argo, Spaggiari, Nuvola, Google, tutti diversi tra loro.

    La compilazione manuale dei web form delle scuole per inserire le domande di messa a disposizione è un processo che richiede molto tempo. Alcune province possono avere addirittura decine di scuole che richiedono il procedimento di compilazione manuale e diversificato della messa a disposizione nei web form, completamente differenti.

    Il servizio Mad Form permette invece non solo l’invio di mad tramite email, ma anche di inserire in automatico i dati della tua messa a disposizione nei diversi web form di tutte le singole scuole che lo richiedono. Voglioinsegnare.it inoltre è la prima piattaforma che ha proposto il servizio di compilazione form e garantisce la compilazione di tutti i sistemi di archiviazione e gestione mad: non solo Argo e Spaggiari, ad esempio, ma anche Google e tutte le procedure diverse dei principali sistemi di archiviazione mad delle scuole.

    Mad Form: i passaggi per utilizzare il servizio

    • vai su Voglioinsegnare.it e compila la tua domanda con dati anagrafici e titoli di studio
    • scegli le province e gli ordini di scuola dove vuoi inviare la tua mad e seleziona il servizio Mad Form
    • aspetta la richiamata del consulente che provvederà a confermare i tuoi dati, ad avviare il servizio di invio mail e alla compilazione automatica dei moduli web delle scuole

Un’alternativa all’iscrizione in graduatoria e ai concorsi

La mad online è inoltre un ottimo strumento per chi non è riuscito a iscriversi nelle graduatorie GPS o a partecipare ai Concorsi Scuola, perché permette di lavorare comunque negli istituti scolastici.

Inoltre, anche le supplenze tramite mad consentono di aumentare il proprio punteggio di servizio, che consentirà poi di alzare la posizione nelle graduatorie.

 

COMPILA ORA LA TUA MAD

 

Per informazioni contatta la segreteria didattica allo 02 40031245

Iscriviti alla nostra pagina facebook -> CLICCA QUI

Stampa