MAD: cosa sono e come funzionano le piattaforme di invio. voglioinsegnare.it

WhatsApp
Telegram

Perchè inviare la MAD?

Gli ultimi aggiornamenti delle graduatorie sono avvenuti nel 2022, pertanto chi ha terminato gli studi subito dopo non è riuscito ad inserirsi nelle GPS per il biennio 2022/2024. L’impossibilità di un inserimento e/o aggiornamento annuale ritarda l’inserimento di nuovi docenti e quindi abbassa il numero di docenti disponibili a ricoprire cattedre vacanti.

La MAD ti dà la possibilità di entrare a lavorare nel mondo della scuola, diventare un dipendente del Ministero dell’istruzione e percepire il relativo compenso. Non solo, al prossimo aggiornamento/inserimento delle GPS che avverrà nella primavera del 2024 il punteggio maturato con il servizio, verrà calcolato al fine di ottenere un buon posizionamento in graduatoria ed aumentare così la possibilità di un nuovo incarico.

Chi può inviare la MAD?

La MAD è un’istanza informale per tutti coloro che vogliono iniziare a intraprendere un lavoro nella scuola italiana.

I requisiti preferenziali per l’invio della MAD coincidono con il possesso dei titoli che danno accesso alle classi di concorso per l’insegnamento, ovvero:

  • laurea (magistrale, specialistica o di vecchio ordinamento);
  • diploma ITP (almeno fino all’a.s. 2023/24)

Può inviare la MAD anche chi è sprovvisto di titolo di accesso valido per una classe di concorso. In tal caso il servizio prestato non varrà per il punteggio, ma avrà riconoscimento economico.

Il servizio maturato è calcolato al medesimo rispetto al servizio prestato da GPS, per chi è in possesso del titolo di accesso alla classe di concorso dell’insegnamento.

Non esiste limite di invio della MAD

Può essere inviata a più province

Essendo la specializzazione sul sostegno, un titolo carente , i candidati hanno molte possibilità di ricevere chiamata dal DS. Se si viene chiamati per una supplenza da MAD su sostegno che appartiene allo stesso ordine e grado d’istruzione della propria classe di concorso d’insegnamento allora si matura punteggio pieno (servizio specifico). In caso contrario si matura metà punteggio (servizio aspecifico).

Come inviare una MAD con Voglioinsegnare.it

Voglioinsegnare amplia i propri servizi di invio della MAD per rispondere alle necessità degli aspiranti docenti, ed aiutarli a ottenere un incarico nel mondo della scuola.

Con il nuovo servizio OnDemand non solo aumenta l’efficacia dell’invio ma è possibile selezionare i singoli istituti scolastici per effettuare un invio mirato solo per le scuole scelte direttamente dal futuro docente o personale ATA.

Con l’opzione OnDemand ogni candidato potrà scegliere nel dettaglio quali scuole raggiungere con l’invio, scegliendo fra tutte le scuole pubbliche italiane.

Ma l’efficacia dell’invio, migliora anche per il servizio MADExpress, tramite il quale è possibile scegliere una intera provincia e raggiungere in un clic le scuole dell’ordine scolastico di interesse, sia tramite mail che tramite i principali moduli online richiesti dalle segreterie scolastiche (Nuvola, Argo, Axios, etc.).

Messa a disposizione 2023/24: strategie per l’invio

Per inviare una perfetta messa a disposizione, basta seguire queste indicazioni principali:

  • compilare la messa a disposizione in modo completo, con tutti i titoli di studio posseduti, e le esperienze di servizio effettuate seguendo il modulo online su Voglioinsegnare.it ;
  • indicare la classe di concorso per segnalare il proprio interesse alla scuola;
  • scegliere il servizio e indicare la destinazione (provincia e grado scolastico);
  • confermare i dati ed inviare in un clic.

Questo è il momento migliore per inviare la propria candidatura. In molti casi sono esaurite le graduatorie di istituto per diverse classi di concorso ,pertanto i Dirigenti stanno procedendo ad esaminare le domande di messa a disposizione pervenute presso gli Uffici scolastici.

Clicca qui ed invia ora la MAD

WhatsApp
Telegram