M5S. Renzi la spara ancora, stralcio assunzioni è scelta non impossibile

di redazione
ipsef

“Arriva l’ennesimasparata del presidente del Consiglio sulla scuola. Oggi afferma che lo stralcio delle assunzioni è impossibile, ma non ci ha degnato neppure di una risposta quando questa proposta l’abbiamo avanzata ufficialmente a lui e al ministro Giannini, all’inizio di aprile. In quel momento ci sarebbe stato tutto il tempo per cambiare rotta: la verità è che non hanno voluto e non vogliono farlo e il Ddl lo impongono in blocco”.

“Arriva l’ennesimasparata del presidente del Consiglio sulla scuola. Oggi afferma che lo stralcio delle assunzioni è impossibile, ma non ci ha degnato neppure di una risposta quando questa proposta l’abbiamo avanzata ufficialmente a lui e al ministro Giannini, all’inizio di aprile. In quel momento ci sarebbe stato tutto il tempo per cambiare rotta: la verità è che non hanno voluto e non vogliono farlo e il Ddl lo impongono in blocco”.

Così i parlamentari del MoVimento5 Stelle in commissione Cultura.

“La stessa richiesta di adottarelo stralcio l’abbiamo avanzata in commissione Cultura, a metà aprile. La risposta qui l’abbiamo ricevuta ufficialmente ed è stata un ‘no’. Il presidente del Consiglio mente ancora quando afferma che le sole assunzioni sarebbero un ammortizzatore sociale, perché già ogni anno la scuola ha bisogno di almeno 120 mila supplenze annuali e, dunque, la misura delle assunzioni è sensata e necessaria al di là de resto del Ddl. La smettano di dire menzogne e di prendere per i fondelli il mondo della scuola”. 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione