M5S. “Ministro Carrozza, cambiare non è sinonimo di migliorare: occorre coinvolgere parlamento e cittadini”

di redazione
ipsef

Movimento 5 stelle – In merito alle recenti dichiarazioni del ministro Carrozza sulla riforma quadriennale dei Licei i portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle Michela Montevecchi, Maria Mussini, Fabrizio Bocchino, Manuela Serra e Laura Bignami ricordano al Ministro che «non sempre cambiare è sinonimo di migliorare», associandosi così alle critiche giunte in questi giorni sulle sperimentazioni autorizzate dal Miur.

Movimento 5 stelle – In merito alle recenti dichiarazioni del ministro Carrozza sulla riforma quadriennale dei Licei i portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle Michela Montevecchi, Maria Mussini, Fabrizio Bocchino, Manuela Serra e Laura Bignami ricordano al Ministro che «non sempre cambiare è sinonimo di migliorare», associandosi così alle critiche giunte in questi giorni sulle sperimentazioni autorizzate dal Miur.

Non solo: “Quando una riforma viene calata dall’alto, senza coinvolgere cittadini, operatori del settore e Parlamento, il rischio è quello di giungere ad un "pasticcio burocratico", così come quello della riforma Gelmini” dichiara Michela Montevecchi, “ancora una volta il pericolo duplice (depotenziare l’offerta formativa e perdere numerose cattedre) rivela il subdolo tentativo di spacciare per sperimentazione il progetto di continuare lo scellerato risparmio sulla scuola” aggiunge Maria Mussini.

“Se il Ministro non raccoglierà il nostro appello», concludono i portavoce, «il nostro compitò sarà quello di coinvolgere cittadini ed associazioni del settore raccogliendo le loro istanze, per dar vita ad una vera Riforma, frutto di un lavoro di squadra con chi, in prima persona, affronta quotidianamente i problemi della scuola italiana”.

I Senatori M5S: Michela Montevecchi, Maria Mussini, Fabrizio Bocchino, Manuela Serra e Laura Bignami.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione