M5S: Fedeli risolva pasticcio pubblicando titolo studio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I deputati M5S chiedono: la neo ministra è titolare al Miur o ai rapporti con i sindacati?

“Rispetto al pasticcio del titolo di studio del ministro Fedeli, il fatto che sul suo sito non sia più scritto “diploma di laurea” ma soltanto “diploma” dimostra che quantomeno un errore è stato compiuto. Resta il fatto che i conti non tornano: soltanto ieri il neo ministro dichiarava che “all’epoca non esisteva ma oggi quel diploma è una laurea triennale”. A questo punto diventa opportuno porre fine alla questione: la cosa migliore e più semplice è che Fedeli renda pubblico il suo titolo di studio”.

Così i parlamentari M5S in commissione Cultura di Camera e Senato.

“Al di là della vicenda sulla laurea non-laurea, resta il fatto che quella di Valeria Fedeli al Miur è palesemente una nomina tutta politica. Ci domandiamo: è stata nominata per essere ministro dell’Istruzione, o per i rapporti con i sindacati, al fine di ricucire lo strappo che ha causato la disastrosa Buona Scuola targata Renzi-Giannini? Certamente il nostro Paese avrebbe avuto bisogno per quel ruolo di una figura che avesse una conoscenza del comparto che il neo ministro, evidentemente, non ha”.

Il Ministro Fedeli e il giallo sulla sua laurea, lo staff: si tratta di un infortunio lessicale, no a speculazioni

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione