M5S: DDL Scuola peggiora. Insegnare in materie per cui non si è abilitati precipita scuole nel caos. Sel: decreto per assunzioni

di redazione
ipsef

Il M5S commenta gli emendamenti presentati al DDL Scuola dalla relatrice Coscia: "peggiorano ulteriormente il DDL. Sono indifendibili". Sel sollecita ancora una volta il decreto urgente per le assunzioni e un nuovo testo, nato dall'ascolto vero delle esigenze del mondo della scuola.

Il M5S commenta gli emendamenti presentati al DDL Scuola dalla relatrice Coscia: "peggiorano ulteriormente il DDL. Sono indifendibili". Sel sollecita ancora una volta il decreto urgente per le assunzioni e un nuovo testo, nato dall'ascolto vero delle esigenze del mondo della scuola.

“Dopo la messa in scena del confronto con associazioni di categoria e sindacati in una sede al di fuori di qualunque contesto istituzionale, il Nazareno, il Pd tira dritto e anzi, pensa di prendere in giro il Parlamento e i cittadini proponendo modifiche irrisorie.

Non solo, la relatrice Coscia ha presentato un emendamento all'articolo 6 che ricalca in tutto e per tutto una proposta da lei già avanzata e ritirata due giorni fa. Una misura che  trasformerebbe i docenti in pedine da spostare a piacimento all'interno di un'ampio perimetro, attraverso l'accorpamento di istituti presenti nella stessa fascia territoriale, con la condivisione degli insegnanti e l'unificazione delle segreterie. Tutto questo al solo scopo di risparmiare, con buona pace della vita degli insegnanti e del funzionamento del sistema scolastico." Questo il primo commento dei cinque stelle.

"Semplicemente ridicolo poi l'altro emendamento della relatrice Coscia – prosegue la nota stampa – che lascia nelle mani dei dirigenti scolastici l'attribuzione degli incarichi, ma consentirebbe ai docenti di autocandidarsi. Questo non è neppure un pannicello caldo ma una presa in giro in piena regola.

L'emendamento 7.3000, poi, è davvero indegno: consentire a un docente di insegnare in materie per le quali non è abilitato significa precipitare le scuole nel caos e fregarsene di qualunque regola elementare. Chiunque può insegnare la qualunque, per loro.

Infine, conclude il M5S, prevedere che le assunzioni da realizzare attraverso il prossimo concorsone potranno prevedere una quota di idonei non superiore al 10% è folle, nonché, anticostituzionale.

Anche l’ufficio stampa nazionale di Sel condivide le stesse preoccupazioni "Sulle due principali questioni, l'insufficiente piano assunzionale e i poteri del super dirigente scolastico di scegliersi i docenti, proseguono i deputati di Sel della commissione cultura, di fatto nulla è cambiato, come testimoniano le stesse organizzazioni sindacali e studentesche. Quello del governo resta un testo autoritario, sbagliato e pasticciato che andrebbe immediatamente ritirato."

Sel, concludono Pannarale e Giordano, ribadisce la richiesta di un decreto urgente sulle assunzioni dei precari e di un nuovo testo riscritto col mondo reale della scuola.

Riforma, emendamenti relatrice Coscia: USR incarica docenti non destinatari di proposta, utilizzo in classi di concorso per cui non si è abilitati, reti di scuole dal 2016/17, genitori nel Comitato di valutazione

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione