M5S, da Fedeli “sagra delle menzogne”, Gentiloni esiste?

WhatsApp
Telegram

“Valeria Fedeli continua a mentire e a incartarsi, peggiorando ulteriormente una situazione rispetto alla quale l’unica via d’uscita sono le sue dimissioni da ministro.

In un’intervista rilasciata oggi al quotidiano la Repubblica il titolare del Miur ha dichiarato che “Nel 1987 avrei potuto equiparare quei tre anni come assistente sociale al titolo di laurea”. Peccato che il Consiglio di Stato, nella sentenza 6034 del dicembre 2014, abbia stabilito che il diploma triennale delle magistrali non è equiparabile alla maturità e, dunque, non costituisce titolo per l’accesso all’università. Visto che Fedeli sembra intenzionata a restare inchiodata al suo posto al di là di qualunque evidenza, il presidente Gentiloni ha intenzione di svolgere il ruolo che gli è stato assegnato, prendendo le decisioni del caso… o dovremmo chiedere di agire direttamente a Renzi?”.

Lo affermano i parlamentari M5S in commissione Cultura di Camera e Senato.

“Fedeli, invece di arrendersi all’evidenza e di essere sincera, continua a forzare la mano arrampicandosi sugli specchi e finendo così con il rendere le sue dimissioni ancor più dovute. Il titolare del Miur, sempre nell’intervista, si è avvalsa della facoltà di non “non ricordare” che in un primo curriculum aveva scritto di aver conseguito un diploma di laurea e in un secondo curriculum di aver indicato la laurea in Scienze sociali. Una “leggerezza”, l’ha definita, rispetto alla quale è stata costretta, una volta scoperta, a dover cambiare i curricula in tutta fretta. Adesso aggiunge questa nuova balla sull’equiparazione con il titolo di laurea. I 40 anni di militanza nel sindacato, che Fedeli ha tenuto a rivendicare con orgoglio, non costituiscono né un titolo preferenziale per diventare ministro né una giustificazione rispetto alle menzogne”.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro