L’Università di Sarajevo cerca un lettore di italiano. La domanda scade il 22 settembre

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Università di Sarajevo, tramite il supporto dell’Ambasciata d’Italia in Bosnia-Erzegovina, ricerca un lettore di madrelingua italiana per i corsi di italiano dell’Ateneo presenti nei corsi accademici triennali e magistrali.

È previsto uno stipendio tramite l’Ambasciata di circa 700 euro mensili. L’impegno si riferisce all’intero anno accademico a partire da metà ottobre.
I candidati devono essere in possesso di una laurea magistrale in “Italiano per l’Insegnamento a stranieri”. Saranno considerate positivamente precedenti e significative esperienze professionali nel settore e un’ottima votazione di laurea.
Per candidarsi occorre inviare un CV aggiornato a [email protected] entro il 22 settembre.

avviso   

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare