L’ultimo sciopero da studentessa di Greta Thunberg, oggi si diploma. Negli ultimi 5 anni ha saltato le lezioni per 251 volte: “Il mondo sta andando nella direzione sbagliata”

WhatsApp
Telegram

Il 9 giugno Greta Thunberg ha intrapreso quello che segna l’ultimo dei suoi famosi scioperi scolastici per il clima. L’attivista ambientalista svedese, da tempo simbolo della lotta per il cambiamento climatico, ha deciso di trascorrere la sua ultima giornata da studentessa in un luogo a lei particolarmente caro: fuori dalla sede del parlamento svedese a Stoccolma.

Come al solito, ha esposto il suo noto cartello con su scritto “Skolstrejk för klimatet”, ovvero “Sciopero scolastico per il clima”. Questa è l’ultima volta che Thunberg si asterrà dal frequentare la scuola per protesta, poiché oggi la celebre attivista si diploma.

Negli ultimi cinque anni, Thunberg ha saltato la scuola ben 251 volte, in un tentativo di protestare contro l’inazione dei governi mondiali riguardo al cambiamento climatico causato dalle attività umane. Greta ha iniziato protestando tutti i giorni, ma successivamente ha limitato le sue manifestazioni ai soli venerdì. Oggi, per celebrare questa tappa significativa, ha condiviso le consuete foto della protesta sui social network, accompagnate da un messaggio sulla storia del movimento da lei fondato, i “Fridays For Future”.

Nel suo messaggio, Thunberg ha espresso la preoccupazione che, nonostante l’arduo impegno degli ultimi anni, l’umanità “sta ancora andando nella direzione sbagliata”. Tuttavia, ha rassicurato i suoi seguaci, affermando che continuerà a manifestare di venerdì, anche se tecnicamente i suoi non saranno più scioperi scolastici.

La battaglia di Greta iniziata nel 2018

La storia degli scioperi di Thunberg per il clima ha avuto inizio il 20 agosto 2018, un lunedì. Quel giorno, l’allora quindicenne era da sola, ma nelle tre settimane successive, in cui aveva scioperato ogni giorno, si erano aggiunti altri ragazzi. Insieme hanno deciso di continuare a scioperare di venerdì, dando vita a quello che in meno di un anno sarebbe diventato un movimento mondiale di giovani attivisti per il clima, noto come “Fridays For Future”. Oggi, milioni di giovani in molti paesi del mondo hanno aderito a questo movimento, ispirati dall’esempio di Thunberg.

Ora, mentre Thunberg conclude la sua carriera scolastica, il movimento Fridays For Future prosegue, sostenuto dalla sua fondatrice e da un numero sempre crescente di giovani determinati a cambiare il corso del nostro pianeta. Sebbene il capitolo degli scioperi scolastici di Thunberg sia giunto al termine, il suo impegno e la sua determinazione rimangono forti e ispiranti. La sua lotta non è finita: sarà semplicemente diversa.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri