L’ultima maturità da preside. In pensione dopo quasi 40 anni di scuola: “Non è vero che i ragazzi di una volta erano meglio di quelli di oggi”

WhatsApp
Telegram

Cesare Molinari, preside del Gae Aulenti di Biella, ha annunciato il suo pensionamento dopo 39 anni di servizio, 21 come insegnante e 18 come dirigente. A News Biella, Molinari riflette sulla sua lunga carriera e sulle trasformazioni nel mondo dell’educazione.

Iniziando nel 1983 come professore di estimo ai Geometri a Vercelli, Molinari ha assistito all’evoluzione della scuola, da un tempo in cui il Liceo era un’opzione esclusiva per pochi studenti intenzionati a proseguire verso l’università, all’epoca moderna dominata dalla tecnologia. Nonostante ciò, Molinari crede fermamente che i ragazzi di oggi non siano peggiori rispetto a quelli del passato. “I ragazzi sono la migliore espressione della società di quel momento, ognuno è figlio della propria generazione e contribuisce a crearla”, sostiene.

Secondo il preside, quello che è cambiato sono i genitori e la loro percezione delle istituzioni educative. Nel corso dell’intervista sottolinea la frequente espressione di disappunto attraverso i social media e l’erosione della fiducia nelle istituzioni, incluso la scuola. Tuttavia, nonostante queste sfide, Molinari rimane ottimista e progetta di continuare a lavorare su alcuni importanti progetti scolastici anche dopo il suo ritiro ufficiale.

In un momento di crescente disillusione verso le istituzioni, le parole di Molinari sono un richiamo alla comprensione e all’apprezzamento della complessità del sistema scolastico. Lascia un messaggio di serenità al suo successore, sottolineando che, nonostante le difficoltà, fare il preside è un bel mestiere.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta