“Lui è pro Israele, cosa ne pensate?” Docente chiede ai compagni di classe un tema sulle posizioni dell’alunno israeliano

WhatsApp
Telegram

Divampa la polemica in un liceo di Roma. Così come segnala il Corriere della Sera, un docente ha condiviso con gli studenti materiali sul “sistema di apartheid in Israele contro i palestinesi”, inclusa una relazione di Amnesty International.

La situazione è precipitata quando ha proposto come tema un’analisi delle “ragioni di Israele”, ponendo al centro del dibattito uno studente citato con nome e cognome, descritto come “cittadino italo-israeliano”. Le informazioni personali del minorenne sono state inserite nel registro elettronico dell’istituto, accessibile a genitori e personale docente.

La famiglia del ragazzo ha reagito, soprattutto dopo che il docente ha continuato a sollecitare il dibattito sul conflitto, proponendo tematiche quali il “bombardamento dell’ospedale di Gaza” e la “morte di più di 500 palestinesi”. Altre iniziative didattiche hanno incluso la proiezione di video riguardanti dichiarazioni di ex diplomatici israeliani e discorsi storici italiani sulla questione palestinese.

La questione è stata segnalata al Ministero dell’Istruzione e del Merito e all’Ufficio Scolastico Regionale, che ora sono impegnati nell’ascolto di tutti i protagonisti per ricostruire l’accaduto. In caso di accertate responsabilità del docente, che dovrà dimostrare di non aver violato il codice disciplinare dell’istituto, potrebbero scattare sanzioni che vanno dal rimprovero alla sospensione, fino al licenziamento nei casi più gravi.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri