L’UE chiede riforma superiori e maggiori finanziamenti

di
ipsef

red – ”Gli Stati membri devono ammodernare con urgenza i rispettivi sistemi di istruzione superiore ed eliminare gli ostacoli al buon funzionamento dello Spazio europeo dell’istruzione superiore (Ehea) per rispondere alla crisi e alla crescente disoccupazione giovanile”. A chiederlo è stata Androulla Vassiliou, Commissaria europea per l’Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù.

red – ”Gli Stati membri devono ammodernare con urgenza i rispettivi sistemi di istruzione superiore ed eliminare gli ostacoli al buon funzionamento dello Spazio europeo dell’istruzione superiore (Ehea) per rispondere alla crisi e alla crescente disoccupazione giovanile”. A chiederlo è stata Androulla Vassiliou, Commissaria europea per l’Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù.

"E’ essenziale – ha affermato la Vasiliou – agire per dare uno stimolo alla crescita e all’occupazione in Europa. Lo Spazio europeo dell’istruzione superiore ha senza dubbio concorso a ridurre la distanza tra i sistemi dei diversi paesi. Ma occorre fare di più: quale strumento in grado di consentire ai nostri giovani di accedere a migliori opportunità, l’istruzione superiore dovrebbe essere al centro di tutti i nostri sforzi per superare la crisi”.

"Il nostro obiettivo – ha aggiunto – è un Ehea pienamente operativo che offra a tutti un’istruzione di eccellenza e competenze adatte per il mercato del lavoro, stimoli l’innovazione e garantisca un adeguato riconoscimento delle qualifiche accademiche.” Ma questi obiettivi non potranno essere conseguiti ”senza finanziamenti sufficienti che consentano all’istruzione superiore di dare un contributo duraturo al benessere economico e al progresso sociale”.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione