Lucia Azzolina: non era una tesi, nessun plagio. Salvini non ha mai studiato in vita sua

Così si difende il Ministro Azzolina rispondendo alle dichiarazioni del Leader della Lega che l’ha attaccata sulle accuse di plagio lanciate oggi dalle pagine di Repubblica.

Dopo le accuse di aver riportato senza citare la fonte delle definizioni da alcuni manuali e dizionari di psicologia e psichiatria nel lavoro di fine percorso per l’abilitazione all’insegnamento, il Ministro risponde a Matteo Salvini che ha chiesto spiegazioni o dimissioni.

Questa mattina, ad aprire il caso un articolo apparso su Repubblica a firma Massimo Arcangeli, docente di linguistica presso l’università degli Studi di Cagliari e membro della commissione che ha esaminato l’attuale Ministro durante gli esami orali per diventare dirigente.

Nell’articolo si individuavano 5 definizioni presenti nel lavoro di fine percorso SISS che non riportavano virgolettatura o citazione della fonte.

“Non fatevi prendere in giro, non è né una tesi di laurea, né un plagio – è la risposta di Azzolina agli attacchi della Lega – Ho sentito tantissime sciocchezze in queste ore, d’altra parte non mi stupisce che Salvini non sappia distinguere una tesi di laurea da una relazione di fine tirocinio Ssis. Non ha mai studiato in vita sua e sarebbe strano se le distinguesse”.

 

Back to school. La scuola riparte in sicurezza. Eurosofia ha creato dei nuovi protocolli formativi per sostenere la ripresa delle attività didattiche