Luca Pisano (psicoterapeuta): La didattica a distanza resti a distanza

Stampa
coronavirus

Un no netto alla didattica a distanza per l’anno scolastico che verrà è stato pronunciato dal Luca Pisano.

Lo piscoterapeuta impegnato nell’approfondimento delle problematiche giovanili considera “inaccettabile fare strategie di risparmio sull’istruzione dei nostri figli”.

Il suo pensiero è stato ripreso dal sito La Nuova Sardegna che ha dedicato un articolo a una petizione lanciata dalle mamme dell’Isola per contestare l’insegnamento da casa nel momento in cui si tornerà sui libri.

La raccolta di firme ha preso il via dopo alcuni incontri a cui avrebbe partecipato proprio Luca Pisano avvenuti da remoto, in grado di mettere in rete (soprattutto gli ultimi due collegamenti) oltre 10.000 contatti.

“Considerando che dall’istruzione delle nuove generazioni – ha detto Pisano – dipende il futuro della nostra nazione, è inaccettabile che si valutino strategie di risparmio economico quando si parla dell’educazione dei nostri figli. Dai ragazzi con disabilità a chi ha disturbi dell’apprendimento, se non si riaprono le scuole la vera istruzione potrebbe essere solo quella per i figli dei ricchi. Anche da questi ultimi incontri con i genitori è emerso che molti sono pronti a iscrivere i loro figli nelle scuole private che garantiscono ampi spazi e pochi alunni. E chi non può permettersi di pagare le rette?”

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia