Lotta al tabagismo tra i giovani, la sfida del ministro della sanità

WhatsApp
Telegram

red – La lotta la fumo si fa seria, soprattutto per salvaguardare la salute dei più giovani. Si tratta di una proposta di lege bipartisan presentata sia dal PD che dal PdL che vieterà di fumare ai minorenni e obbligherà le case produttrici di pubblicare tutte le sostanze cancerogene contenute nelle sigarette.

red – La lotta la fumo si fa seria, soprattutto per salvaguardare la salute dei più giovani. Si tratta di una proposta di lege bipartisan presentata sia dal PD che dal PdL che vieterà di fumare ai minorenni e obbligherà le case produttrici di pubblicare tutte le sostanze cancerogene contenute nelle sigarette.

"Spero – ha affermato il Ministro della salute Marino – che ai primi di settembre la Commissione Bilancio del Senato dia il via libera alla legge bipartisan, di cui sono il primo firmatario assieme al senatore del Pdl Tomassini, che ha l’obiettivo di contrastare il tabagismo utilizzando strategie diverse".

Tra esse annuncia la proibizione del fumo per i minorenni e la presenza nel pacchetto di una sorta di bugiardino che contenga tutte le sostanze sprigionate durante la combustione di una sigaretta che la scienza ha dimostrato essere cancerogene come il vinile, cadmio, piombo, ammoniaca, ammine aromatiche, benzopirene, acido cianidrico

"Uno degli obiettivi che ci siamo prefissati con questa legge – ha concluso il Ministro – è scoraggiare il tabagismo soprattutto nei giovani, considerando che il 23% degli adolescenti fuma. Questo è particolarmente negativo perché chi inizia a fumare in età adolescenziale, di solito, non smette e quindi ha un elevatissimo rischio di finire nella terribile statistica degli 80mila morti per fumo registrati ogni anno in Italia".

Adesso staremo a vedere quanto questa legge riesca a sopportare la pressione delle lobby del tabacco

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia