Lotta al bullismo: videocamere e multe nelle scuole, premi per gli studenti che denunciano. Accordo Lega – M5S

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Uno dei capitoli dell’accordo M5S – Lega, che sarà presentato al Capo dello Stato Sergio Mattarella riguarderà la Cyber security e contrasto al bullismo.

Secondo il documento diffuso da Repubblica – versione del 15 maggio – la lotta al cyberbullismo parte dagli strumenti di ausilio soprattutto negli ambienti scolastici.

L’idea è quella di introdurre misure repressive per chi commette il reato e premianti per chi lo denuncia

  • prevedere sanzioni amministrative nei regolamenti scolastici
  • numero verde unico nazionale
  • premialità per gli studenti che denunciano episodi di bullismo (borse di studio);
  • videocamere nelle scuole.

Leggi il documento

Finora l’introduzione delle telecamere a scuola è stato bocciato , ma il dibattito è tornato in auge nelle ultime settimane a causa dell’inasprirsi di alcuni fenomeni di violenza contro gli insegnanti e in generale all’interno delle scuole. Docenti chiedono telecamere in classe per difendersi da atti di bullismo nei loro confronti

Una multa per gli studenti responsabili degli episodi presi in considerazione è invece un’idea assolutamente nuova, anche se non trattandosi di lavoratori l’onere ricadrebbe sui genitori.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione