L’organizzazione della somministrazione delle prove INVALSI CBT per l’anno scolastico 2022-2023 per la III secondaria di primo grado

WhatsApp
Telegram

È lo stesso Istituto nazionale sulla valutazione, l’INVALSI, che ha fornito ai docenti che saranno impegnati, nei prossimi mesi, nelle prove nazionali a fornire alcune informazioni pratico-organizzative sulle prove computer based (CBT), introdotte dal Decreto Legislativo n. 62 del 13 aprile 2017, in particolare per la classe terza secondaria di primo grado, di seguito grado 8.

Le prove INVALSI CBT

L’art. 7, c. 1 del D. Lgs. 62/2017 determina che le prove INVALSI:

  • si compongano per ogni allievo di domande estratte da un ampio repertorio di quesiti (banca di item) e variano, pertanto da studente a studente, mantenendo per ciascuna forma uguale difficoltà e struttura;
  • siano censuarie, ossia sono rivolte a tutti gli allievi del terzo anno di scuola secondaria di primo grado;
  • siano computer based (CBT) e si svolgono mediante utilizzo di computer connessi alla rete internet in un arco temporale (finestra di somministrazione), assegnato alla scuola da INVALSI tra l’03.04.2023 e il 28.04.2023, mentre per le classi campione è stata fissata la finestra: lunedì 3, martedì 4, mercoledì 5, mercoledì 12 aprile 2023;
  • riguardino tre ambiti disciplinari: Italiano, Matematica e Inglese.

La finestra di somministrazione

Per ciascuna delle classi campione – si legge nel documento pubblicato dall’Istituto a supporto delle scuole e dei somministratori, in maniera particolare – si può scegliere una sola finestra per somministrare tutte le materie.

La somministrazione CBT

La somministrazione CBT implica necessariamente che:

  • lo svolgimento delle prove non avvenga simultaneamente nello stesso giorno e alla stessa ora per tutti gli allievi delle scuole italiane;
  • all’interno di una stessa scuola o anche di una stessa classe la somministrazione di una prova può avvenire in orari o giorni diversi;
  • all’interno del periodo di somministrazione fissato a livello nazionale, INVALSI propone a ciascuna scuola una finestra di somministrazione di durata variabile in ragione del numero degli allievi delle classi, del numero di computer collegati alla rete internet dichiarati dalla segreteria scolastica al momento dell’iscrizione alle prove. Le scuole possono organizzare in autonomia lo svolgimento delle prove all’interno della finestra di somministrazione assegnata;
  • nell’area riservata alla segreteria scolastica e al Dirigente scolastico è possibile modificare la finestra di somministrazione rimanendo sempre all’interno del periodo di somministrazione fissato da INVALSI a livello nazionale.

In che modo avviene la somministrazione?

Per singolo allievo la somministrazione può avvenire:

  • in tre giornate distinte scelte dalla scuola all’interno della finestra di somministrazione assegnata, una giornata per ciascun ambito disciplinare (soluzione consigliata);
  • in due giornate distinte scelte dalla scuola all’interno della finestra di somministrazione assegnata (soluzione non ottimale);
  • in una sola giornata scelta dalla scuola all’interno della finestra di somministrazione assegnata (soluzione sconsigliata).

La durata della prova

La durata delle prove (per gli allievi disabili e con DSA può essere previsto un tempo aggiuntivo di 15 minuti per le prove di Italiano, Matematica e Inglese-reading, per Inglese-listening si può richiedere il terzo ascolto) avviene:

  • Italiano: 90 minuti più 15 minuti circa per rispondere alle domande del questionario studente;
  • Matematica: 90 minuti più 15 minuti circa per rispondere alle domande del questionario studente;
  • Inglese-reading: 45 minuti;
  • Inglese-listening: circa 30 minuti (la durata della prova può variare leggermente da studente a studente).

Il locale della somministrazione

Nel locale in cui avviene la somministrazione deve essere presente:

  • il docente responsabile della somministrazione (Docente somministratore), nominato dal Dirigente scolastico, preferibilmente tra i docenti non della classe e non della disciplina oggetto della prova;
  • il responsabile del funzionamento dei computer (Collaboratore tecnico), nominato dal Dirigente scolastico tra il personale con competenze informatiche adeguate;
  • il Docente somministratore e il Collaboratore tecnico collaborano strettamente per lo svolgimento della prova secondo le modalità definite dal Protocollo di somministrazione.

Tutto sulle prove Invalsi

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri