Lorenzo Fioramonti si dimette, avrebbe consegnato lettera a Conte

Il Ministro dell’Istruzione, dopo la Legge di Bilancio approvata qualche giorno fa, avrebbe deciso di dimettersi.

Le dimissioni onorano l’impegno preso con l’elettorato al momento della sua nomina. Infatti, aveva legato il suo mandato al reperimento di 3mln di euro per scuola e Università. Cifra non presente nella legge di bilancio.

Avrebbe voluto dimettersi il 23, subito dopo l’ok della Camera alla manovra. Poi Lorenzo Fioramonti si è preso qualche altro giorno, ma tra stasera e domani mattina dovrebbe ufficializzare il passo indietro da ministro dell’Istruzione.

L’esponente pentastellato avrebbe già consegnato al premier Conte la lettera di dimissioni

Secondo quanto riporta l’Agi, “andrebbe a costituire un gruppo alla Camera a sostegno del premier  come embrione di un nuovo soggetto politico. Nei giorni scorsi si sono fatti i nomi di alcuni deputati che potrebbero seguirlo, tra cui Nunzio Angiola e Gianluca Rospi, ma anche l’ex M5s Andrea Cecconi.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia