Lorenzo Fioramonti, il Ministro che la Germania ci invidia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro dell’istruzione, Università e ricerca italiano Lorenzo Fioramonti piace alla Germania, che gli dedica un articolo di elogio per le sue politiche. 

“Oggi il prestigioso settimanale tedesco Stern titola: “Perché un Ministro così servirebbe anche in Germania”  – scrive Fioramonti su Facebook . spiegando come le mie politiche siano un esempio di innovazione di cui tanti paesi europei avrebbero bisogno. E conclude: “Un Ministro come Fioramonti farebbe bene anche alla Germania. Uno che riconosce i segni del tempo e non li ignora, ma anzi reagisce ad essi”.

Concedetemi un po’ di orgoglio nazionale  – conclude Fioramonti –  da politico italiano, che finalmente porta il proprio paese a diventare un punto di riferimento per le altre economie avanzate. Dopo tutto il fango che ricevo giornalmente sui media e sui social italiani, queste valutazioni non possono che farmi piacere.”

L’esordio di Fioramonti alla guida del Ministero dell’istruzione è stato legato alla tassa sulle merendine e sui voli aerei.

La tassa sulle merendine è diventata sugar tax e probabilmente entrerà nella Legge di Bilancio 2020. Il ministro ne rivendica l’idea e chiede quindi che i proventi vadano al suo Ministero.

Come verrebbero utilizzati

  •  abbiamo un livello di analfabetismo funzionale e povertà educativa preoccupante,
  • abbiamo i docenti meno pagati d’Europa
  • molti meno laureati delle altre economie avanzate.

La scuola – chiude Fioramonti – è chiamata ad essere argine al degrado e strumento di emancipazione, ma senza quegli investimenti che, in altri paesi, permettono anche ai meno fortunati di costruirsi un futuro migliore.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione