L’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori Italiani all’Ambasciata italiana di Tel Aviv

di redazione
ipsef

item-thumbnail

MIUR – Due straordinari concerti in Israele del Sax Ensemble dell’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori Italiani, una delle tre orchestre nazionali del sistema dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) italiana.

 In occasione della Festa della Repubblica Italiana, dieci studenti dell’Orchestra Jazz AFAM si sono esibiti il 30 maggio nella residenza dell’Ambasciatore d’Italia Gianluigi Benedetti e il 31 hanno concesso il bis in un concerto pubblico sulla spiaggia di Tel Aviv.

I due concerti fanno parte dell’attività di implementazione della Strategia per la promozione all’estero della formazione superiore italiana, promossa dal MIUR – Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore, per far conoscere nel mondo l’eccellenza della formazione artistica italiana.

I ragazzi diretti dal Maestro Riccardo Luppi hanno aperto la serata con una magnifica esecuzione degli inni nazionali italiano e israeliano in arrangiamento originale e a seguire hanno intrattenuto il pubblico con una selezione delle migliori composizioni jazz degli anni Sessanta, arrangiate dai giovani compositori del Conservatorio di Milano e accompagnati da una voce femminile.

I ragazzi erano accompagnati in Israele da Cristina Frosini, direttore del Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano, attuale istituzione responsabile delle attività dell’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori.

L’Orchestra Nazionale Jazz dei Conservatori è un progetto educativo finanziato dal MIUR, in residenza presso il Conservatorio di Milano. È stata istituita nel 2017 nell’ambito delle attività promosse dal Dipartimento per la formazione superiore e la ricerca del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca. L’Orchestra è composta da studentesse e studenti iscritti ai corsi di Jazz dei Conservatori nazionali e degli Istituti pareggiati e può presentarsi in diverse formazioni, sia strumentali, sia con l’aggiunta di cantanti e solisti.

La gallery:

https://www.flickr.com/photos/miursocial/albums/72157696966248824

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione