Lombardo, ricco e con genitori laureati: l’identikit di chi sceglie la scuola paritaria

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A dirlo è l’Istat riferendosi ai dati dell’anno scolastico 2014/2015. In tutta Italia sono il 5,2% degli studenti. Uno su venti.

Secondo l’Istat, è la Lombardia che presenta il maggior numero di studenti in scuole non statali, con l’11,4% con Monza che raggiunge l’11,2 e Lecco il 10.

Segue Roma con il 9,9%. In fondo alla classifica Crotone, Nuoro, Rieti, con uno studente su 200.

E sono appunto gli istituti superiori quelli tra i quali sono maggiormente diffusi gli istituti paritari. Il record spetta a Como, dove si arriva all’84,9% del totale. Seguono Varese con il 75,7% e Pescara con il 64%.

A scegliere le paritarie, come divulga il Sole24Ore in un articolo dedicato all’argomento, sono principalmente le famiglie più ricche, con un reddito medio tra i 25mila euro e i 100mila. Mentre gli studenti che si iscrivono alle scuole statali hanno famiglie con redditi tra i 15mila e i 200 mila euro.

Versione stampabile
anief
soloformazione