Lombardia, nuova ordinanza in arrivo: si va verso didattica a distanza alternata

Stampa

“Un confronto schietto, utile e produttivo, svolto in un clima costruttivo e positivo”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commenta la riunione con i sindaci dei capoluoghi di Provincia (collegati da remoto) alla quale hanno partecipato anche il prefetto di Milano, Renato Saccone, e i capigruppo dei partiti presenti in Consiglio regionale.

Tutte le parti presenti all’incontro, ha spiegato il governatore, hanno condiviso la necessità urgente di trasmettere al governo un messaggio forte e chiaro sull’opportunità di attivare un modello scolastico che preveda lezioni a distanza alternate e lo scaglionamento dell’orario di ingresso a scuola, così da togliere pressione al sistema del trasporto pubblico locale.

Una proposta simile riguarda le università per le quali si chiede la didattica a distanza ad esclusione delle matricole e dei tirocinanti.

Verrà inoltre richiesto un aumento della quota dello smartworking.

L’ordinanza, con le misure sottoposte al Cts, varrà da domani sull’intero territorio regionale.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur