Lombardia, nelle scuole mancano ATA e docenti. Monta la protesta con i manichini “nuovo bidello”

Stampa

“Ancora una volta siamo di fronte alla totale incompetenza di coloro che dovrebbero gestire il sistema scuola: concorsi bloccati, nomine fatte in fretta e furia e gli studenti come sempre lasciati a sé stessi. In tutta la Lombardia circa 400 scuole sono sprovviste del personale preposto alla segreteria (DSGA) e per quanto riguarda più in generale il personale ATA, i posti di ruolo assegnati sono meno di un terzo sul totale. Per non parlare poi delle ulteriori varie problematiche legate alla carenza supplenti e addirittura presidi”.

Inizia così la nota di denuncia del Blocco Studentesco che questa mattina per protesta ha posizionato in vari punti dei manichini con la scritta “nuovo bidello” e “personale ATA” per lamentare la grave carenza di personale nelle scuole.

“Leggendo i numeri si evince – scrivono ancora– che per quanto riguarda il personale, appunto, a Milano ad esempio sono stati assunti 541 collaboratori su 1194, con la conseguenza che alcuni istituti si sono trovati quasi totalmente sprovvisti. Anche per quanto riguarda i professori la situazione è a dir poco allarmante. Nella sola provincia milanese i posti da assegnare sono ancora 4000, nel bresciano poi sono 500 e la tendenza prosegue poi in tutto il resto territorio regionale. Le assunzioni portate avanti dal ministro Bianchi sono poco più della metà dei posti autorizzati a luglio dal MEF”.

(Fonte e immagini Milano Today)

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur