Locatelli (CSS): “Il coronavirus è ancora pericoloso, ma la scuola va assolutamente riaperta”

Stampa

Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, in un’intervista a Il Manifesto, ha parlato della riapertura delle scuole a settembre legata all’emergenza coronavirus.

Su questo argomento, Locatelli parla così: “Circa i due terzi dei soggetti più giovani hanno sintomi assenti o lievi, contro un 40-45% tra gli adulti. I ragazzini sotto i 15 anni sembrano avere una probabilità di contagio tre volte inferiore degli adulti. Ma possono trasmettere il virus a loro volta. Dato che sono più spesso asintomatici, possono dare vita a focolai detti «silenti» soprattutto in ambito familiare”.

E poi: “La scuola deve assolutamente ripartire. Gli studenti devono avere tutte le garanzie di sicurezza ma così come nel momento peggiore era prioritario chiudere le scuole, ora è altrettanto prioritario riaprirle. Le lezioni a distanza non possono sostituire la didattica frontale. Come dice Ivano Dionigi, ex-rettore a Bologna e forse il miglior latinista italiano, la scuola forma cittadini e non solo conoscenze”.

Infine sul vaccino: “Realisticamente per i primissimi mesi del 2021 potremmo avere un vaccino. L’altro auspicio è la scoperta di un vaccino che contribuisca a creare l’immunità di gregge, portando all’eradicazione del virus.

Dionigi (Almalaurea): “Altro che web, abbiamo perso un anno. Dad? Va bene per prendere la patente”

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa