Lo sfogo di una mamma: non ci sono gli insegnanti. Normale fare due ore di lezione al giorno?

Stampa

“Va bene che la prima settimana dopo mesi a casa è stata di assestamento. Va bene che le classi siano state divise per garantire la dovuta sicurezza per il rispetto delle norme Covid. Va bene che non sono ancora state fatte le nomine (ma che su 8 insegnanti richiesti ne verranno inviati solo 5, di cui 3 per l’anno e 2 Covid).  Ma come mi spiegate che solo questo istituto di scuola secondaria faccia orario estremamente ridotto, 2 ore al giorno?”.

E’ lo sfogo di una mamma di una studentessa di una scuola toscana, che continua: “E come mi spiegate che le “Lim“nelle classi non funzionano? E visto che negli ultimi due anni questa scuola ha visto una fuga di insegnanti a dir poco esagerata (mi risulta un numero superiore alle 10 unità in 2 anni) non sarebbe il caso di assegnare a questa scuola più organico? Dal punto di vista strutturale su questa scuola sono stati fatti molti investimenti, ma alla fine la scuola più che di mura deve essere fatta di persone e soprattutto di insegnanti, quindi sarebbe opportuno che di competenza, con le domande di cui sopra, valuti la faccenda molto da vicino“.

La donna spiega a La Nazione i problemi causati anche per i genitori che lavorano: “Sta diventando un problema far entrare i figli a scuola alle 11 o farli uscire alle 10.30. Devono essere lasciati a giro per la città per 2 ore o devono prendere mezzi di trasporto e tornare a casa da soli?” Chiede. “Ringrazio tutti i docenti perché ci mettono tutto il loro impegno – conclude – per aiutare i bambini e spero che tutto si risolva per il meglio, Covid e altro permettendo“.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia