Lo sfogo della docente colpita in classe da pallini di gomma: “Non riesco più a insegnare. Ho paura dei ragazzi”

WhatsApp
Telegram

“Da quel giorno e io non riesco più a tornare quella che ero. Sono cambiata, mi sono chiusa, non riesco a insegnare come prima”. Parla così la docente colpita da alcuni studenti con pallini sparati con una pistola ad aria compressa in un istituto superiore di Rovigo. 

In questi giorni, la docente ha fatto sapere di avere denunciato tutta la classe “per difendere la mia dignità e quella dei miei colleghi, ma soprattutto perché è stato oltrepassato un confine”.

E oggi denuncia come la querela sia stata presa anche per tentare di rompere “il clima di omertà di quella classe”: “Qualcuno dovrà far loro capire che hanno sbagliato, ha sbagliato chi ha sparato e chi si è messo sotto l’ala protettrice dei violenti”.

Poi aggiunge: “Sto cercando di risollevarmi, ma è faticoso, è come se si fosse rotto qualcosa, insegno da oltre vent’anni, ora non mi sento più la stessa”. Qualche studente le avrebbe rinfacciato “di non essere una buona insegnante perché non so tenere tranquilla una classe”.

Leggi anche

Docente colpita da pistola ad aria compressa, genitore ricorre e ottiene stop a sospensione. Studenti indagati per interruzione pubblico servizio

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi