Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

L’italiano in classe terza della scuola Primaria: un esempio di progettazione

WhatsApp
Telegram

La comunicazione nella lingua italiana, dunque, in una classe terza della scuola Primaria, puntella quelle che sono alcune indispensabili competenze specifiche (tratte dalla competenza chiave europea: la comunicazione nella madrelingua) che possiamo così riassumere “La comunicazione nella madrelingua è la capacità di esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta ed espressione scritta) e di interagire adeguatamente e in modo creativo sul piano linguistico in un’intera gamma di contesti culturali e sociali, quali istruzione e formazione, lavoro, vita domestica e tempo libero”.

Indicatori di competenza nell’alveo dei nuclei tematici della lingua italiana in una classe terza Primaria

A seguire i nuclei tematici e i relativi indicatori di competenza relativi alla classe terza della scuola Primaria e, nello specifico, alla disciplina: lingua italiana.

Ascolto e parlato

L’ascolto e il parlato si inseriscono positivamente negli scambi comunicativi con i pari e gli adulti e interagisce con pertinenza, con linguaggio chiaro e nel rispetto di semplici regole. Comunica esperienze, vissuti, emozioni propri e altrui in modo ordinato e organizzato.

Lettura

Leggere, comprendere ed interpretare testi scritti di vario tipo, individuandone gli elementi e le caratteristiche essenziali.

Scrittura

Produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi.

Acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo

Comprendere il significato delle parole nel loro contesto e utilizzarle nell’interazione orale.

Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della lingua

Riflettere sulla lingua e sulle sue regole di funzionamento.

Il nucleo tematico ascolto e parlato

Come è eccellentemente definito della progettazione annuale per la scuola Primaria (che si allega come esempio di eccellente pratica) realizzata, dai docenti dell’Istituto Comprensivo Statale “R. Nicodemi” di Fisciano(SA), diretto con grande competenza dal dirigente scolastico Dott.ssa Lucia Reggiani – a seguire saranno eviscerati tutti gli accorgimenti educativi, formativi, didattici e metodologici relativamente a tutti i nuclei tematici, a partire proprio da questo primo.

Competenze-chiave europee

  • Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma orale (comprensione orale, espressione orale) e interagire adeguatamente e in modo creativo sul piano linguistico.
  • Competenze sociali e civiche: partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale.

Competenze del profilo dello studente

  • Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
  • Ha attenzione per le funzioni pubbliche alle quali partecipa nelle diverse forme in cui questo può avvenire: momenti educativi informali e non formali, esposizione pubblica del proprio lavoro, occasioni rituali nelle comunità che frequenta.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

L’alunno:

  • Partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti, in un registro il più possibile adeguato alla situazione.
  • Ascolta e comprende testi orali “diretti” o “trasmessi” dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico ascolto e parlato

Questi gli obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico ascolto e parlato:

  • Comprendere il significato globale delle comunicazioni orali, attivando strategie per un ascolto attento e consapevole.
  • Partecipare ai momenti di conversazione in classe comprendendo che a tutti deve essere data la possibilità di esprimersi.
  • Intervenire nelle conversazioni in classe impegnandosi ad ascoltare chi parla e comprendendo che persone diverse possono.
  • esprimere pareri diversi sullo stesso argomento. Ascoltare comunicazioni orali di diverso tipo individuando emittente, destinatario e scopo. Individuare alcune importanti informazioni fornite da un messaggio orale ascoltato.
  • Comprendere il significato di brevi e semplici testi ascoltati riconoscendone la funzione prevalente. Individuare la sequenza degli avvenimenti principali di un racconto ascoltato, con e senza l’aiuto di opportune domande e partecipare alla relativa discussione guidata.
  • Comprendere e saper dare istruzioni per svolgere un gioco, seguire un percorso.
  • Riferire esperienze personali o storie fantastiche usando un linguaggio appropriato e rispettando il criterio della successione temporale.

Il nucleo tematico lettura

Competenze-chiave europee

  • Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta ) e interagire adeguatamente e in modo creativo sul piano linguistico in un’intera gamma di contesti culturali e sociali.
  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento mediante la gestione efficace del tempo e delle informazioni, sia a livello individuale che in gruppo. Perseverare nell’apprendimento, sormontare gli ostacoli.
  • Consapevolezza ed espressione culturale: esprimere creativamente idee, esperienze ed emozioni.

Competenze del profilo dello studente

  • Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
  • Chiede aiuto quando si trova in difficoltà e sa fornire aiuto a chi lo chiede.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

L’alunno:

  • Legge e comprende testi di vario tipo, continui e non continui, ne individua il senso globale e le informazioni principali, utilizzando strategie di lettura adeguate agli scopi.
  • Legge testi di vario genere facenti parte della letteratura per l’infanzia, sia a voce alta sia in lettura silenziosa e autonoma e formula su di essi giudizi personali.
  • Utilizza abilità funzionali allo studio: individua nei testi scritti informazioni utili per l’apprendimento di un argomento dato e le mette in relazione; le sintetizza, in funzione anche dell’esposizione orale; acquisisce un primo nucleo di terminologia specifica.

Obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico lettura

Questi gli obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico lettura:

  • Leggere silenziosamente o ad alta voce un testo cogliendone il senso globale e le informazioni essenziali.
  • Utilizzare la lettura spontanea per il piacere di leggere.
  • Utilizzare forme di lettura diverse, funzionali allo scopo, per ricavare informazioni e acquisire conoscenze nuove.
  • Riconoscere la tipologia testuale narrativa, i suoi elementi e le caratteristiche della sua struttura. Leggere e comprendere un testo narrativo (il racconto realistico) ipotizzandone una conclusione adeguata.
  • Leggere e individuare in un testo narrativo (il racconto fantastico) i personaggi principali e secondari, il tempo e il luogo della vicenda, la successione temporale degli avvenimenti.
  • Conoscere e individuare nel testo gli elementi caratteristici della fiaba e la sua struttura testuale.
  • Riconoscere lo scopo della favola e individuare in essa le caratteristiche dei personaggi e la morale.
  • Riconoscere le caratteristiche dei miti e delle leggende (lo scopo, il tempo e i suoi indicatori, le caratteristiche dei fatti) e individuare i fenomeni che vogliono spiegare.
  • Conoscere le caratteristiche strutturali di una lettera e di un’e-mail.
  • Leggere, comprendere e analizzare un testo descrittivo individuandone le informazioni che fornisce sugli elementi descritti.
  • Leggere e comprendere semplici testi poetici riconoscendone le caratteristiche strutturali (rima, versi, strofe, …) e comprendendone il significato di alcune figure teoriche (similitudine, metafora, personificazione).
  • Leggere e comprendere un testo informativo espositivo, individuandone la natura e cogliendone le informazioni essenziali.

Il nucleo tematico scrittura

Competenze-chiave europee

  • Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta).
  • Competenze sociali e civiche: maturare competenze personali, interpersonali e interculturali.

Senso di iniziativa e di imprenditorialità: essere capace di pianificare e gestire progetti per raggiungere obiettivi. Consapevolezza ed espressione culturale: esprimere creativamente idee, esperienze ed emozioni.

Competenze del profilo dello studente

  • Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
  • Dimostra originalità e spirito di iniziativa.
  • È disposto ad analizzare se stesso.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

(dalle indicazioni nazionali per il curricolo)

L’alunno:

  • Scrive testi corretti nell’ortografia, chiari e coerenti, legati all’esperienza e alle diverse occasioni di scrittura che la scuola offre; rielabora testi parafrasandoli, completandoli, trasformandoli.

Obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico scrittura

Questi gli obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico scrittura:

  • Acquisire la capacità di scrivere a livello strumentale, per arrivare ad un uso pieno e consapevole della scrittura come forma espressiva nei vari codici.
  • Raccogliere idee per la scrittura, attraverso la lettura del reale, il recupero in memoria, l’invenzione.
  • Pianificare semplici testi scritti, distinguendo le informazioni necessarie da quelle superflue e scegliendo le idee in base a destinatario e scopo.
  • Considerare la scrittura come organizzazione logica dei contenuti.
  • Scrivere, sulla base di modelli sperimentati, testi liberi su esperienze vissute o su storie fantastiche.
  • Produrre semplici testi narrativi, descrittivi (su esperienze collettive e personali) completi, coerenti e rispettando le principali convenzioni ortografiche.
  • Ricostruire un racconto per sequenze.
  • Manipolare testi narrativi, variando protagonisti, ambienti.
  • Produrre un testo narrativo in prima persona (l’autobiografia, il diario) avvalendosi di una traccia predisposta attraverso l’acquisizione dei concetti temporali, spaziali e causali per narrare, descrivere e argomentare.
  • Produrre un testo descrittivo utilizzando una traccia predisposta.
  • Produrre semplici testi poetici, anche sula base di tecniche di facilitazione.
  • Produrre un testo informativo/espositivo con l’aiuto di domande.
  • Saper costruire un testo regolativo avvalendosi delle immagini.
  • Produrre testi scritti di tipo pratico-sociali (avvisi, biglietti, lettere, relazioni …).
  • Sintetizzare semplici brani narrativi utilizzando sequenze di immagini, indicazioni date o una traccia.
  • Rielaborare un testo per ricavare una sintesi mediante tecniche diverse.
  • Avviare al riassunto di un racconto.
  • Utilizzare semplici strategie di autocorrezione ortografica e lessicale.

Il nucleo tematico acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo

Competenze-chiave europee

  • Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta) e interagire adeguatamente e in modo creativo sul piano linguistico in un’intera gamma di contesti culturali e sociali.

Competenza digitale: utilizzare le nuove tecnologie per favorire lo sviluppo della percezione degli stimoli sonori, della capacità attentiva e di osservazione; creare una nuova forma di sapere e una nuova organizzazione delle conoscenze acquisite.

Competenze del profilo dello studente

Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

(dalle Indicazioni nazionali per il curricolo)

L’alunno:

  • Capisce e utilizza nell’uso orale e scritto i vocaboli fondamentali e quelli di alto uso; capisce e utilizza i più frequenti termini specifici legati alle discipline di studio.
  • Riflette sui testi propri e altrui per cogliere regolarità morfosintattiche e caratteristiche del lessico; riconosce che le diverse scelte linguistiche sono correlate alla varietà di situazioni comunicative.

Obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo

Questi gli obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo:

  • Capire e utilizzare in modo appropriato il lessico di base e modi di dire nuovi.
  • Riflettere sul significato delle parole in relazione al contesto.
  • Arricchire il patrimonio lessicale e utilizzarlo nell’interazione orale.
  • Comprendere e utilizzare nell’uso orale e scritto i vocaboli fondamentali.
  • Capire e utilizzare i più frequenti termini specifici legati alle discipline di studio.

Il nucleo tematico: Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della lingua

Competenze-chiave europee

  • Comunicazione nella madre lingua: esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta e espressione scritta).
  • Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento mediante la gestione efficace del tempo e delle informazioni, sia a livello individuale che in gruppo. Perseverare nell’apprendimento, sormontare gli ostacoli.

Competenze del profilo dello studente

  • Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle varie situazioni.
  • È capace di ricercare e di procurarsi nuove informazioni e di impegnarsi in nuovi apprendimenti anche in modo autonomo.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

(dalle indicazioni nazionali per il curricolo)

L’alunno:

  • È consapevole che nella comunicazione sono usate varietà diverse di lingua e lingue differenti (plurilinguismo).
  • Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice, alle parti del discorso (o categorie lessicali) e ai principali connettivi.

Obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico: Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della lingua

Questi gli obiettivi di apprendimento per il curricolo della classe 3ª relativi al nucleo tematico elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della lingua:

  • Riflettere sulla necessità che i testi rispondano ai criteri di coerenza per comprendere il messaggio e che rispettino i criteri di coesione per mantenere la loro funzione comunicativa.
  • Rispettare le principali convenzioni ortografiche (accento, monosillabi, elisione, scansione nessi consonantici, uso della lettera “h”, esclamazioni, sovrabbondanza di gruppi di grafemi …).
  • Conoscere i segni di punteggiatura debole e del discorso diretto all’interno di una comunicazione orale e di un testo scritto.
  • Usare correttamente il discorso diretto nella scrittura di dialoghi.
  • Individuare la classe dei nomi e quella degli articoli, effettuando anche le principali distinzioni rispetto al significato e alla forma.
  • Individuare la classe degli aggettivi e dei pronomi cogliendone le analogie e le differenze funzionali.
  • Individuare la classe degli avverbi e dei connettivi.
  • Individuare la classe dei verbi, trovare la forma dell’infinito, scoprire le regole d’uso rispetto alla concordanza con il nome e rispetto al tempo.
  • Conoscere la funzione dei verbi ausiliari e il modo indicativo delle tre coniugazioni regolari.
  • Analizzare la frase (soggetto, predicato, principali espansioni dirette/indirette).
  • Cogliere le relazioni di connessione lessicale (polisemia, iper/iponimia, antinomia) e comprendere il significato delle parole in un contesto discorsivo o testuale.
  • Individuare il rapporto tra morfologia della parola e significato, riconoscendo forme di derivazione e alterazione.

Valutazione della lingua italiana in classe III della Primaria

Le attività di verifica comuni – come è eccellentemente definito della progettazione annuale per la scuola Primaria (che si allega come esempio di eccellente pratica) realizzata, con grande attenzione alle novità in campo pedagogico, metodologico e didattico, dai bravissimi docenti dell’Istituto Comprensivo Statale “R. Nicodemi” di Fisciano(SA), diretto con grande competenza dal dirigente scolastico Dott.ssa Lucia Reggiani – saranno coordinate dai dipartimenti e proposte in ingresso, nella fase intermedia e nella fase finale a scadenza quadrimestrale. Gli esiti di tali verifiche sono registrati e documentati in apposite griglie di rilevazione, funzionali all’auto -valutazione d’istituto e alla valutazione dei processi di maturazione cognitiva e socio-affettiva espressa nel documento di valutazione. In tal modo si intende garantire un processo valutativo formativo e sommativo.

La tipologia delle verifiche anche per la classe III

In riferimento alla tipologia delle verifiche, anche per la classe terza, ci si avvarrà di prove oggettive e soggettive, nell’intento di rispondere ai vari stili di apprendimento e di valutare ad ampio raggio, conoscenze e abilità.

Progettazione di ITALIANO classe Terza Primaria

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023: requisiti di accesso e corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, offerta in scadenza