Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Liquidazione TFS dopo pensione quota 100: guida con domande e risposte

WhatsApp
Telegram
TFR

Una carrellata di tutte le domande ricorrenti sul TFS per i dipendenti statali che hanno scelto la quota 100 per accedere alla pensione.

La liquidazione del TFS per i dipendenti del settore pubblico richiede molta pazienza, visto che i tempi di attesa sono generalmente molto lunghi e prevedono il pagamento, nel migliore dei casi, dopo 15 mesi. Per chi accede alla pensione con la quota 100, poi, si possono dilatare e richiedere attese anche di 6 anni. In questo articolo abbiamo cercato di raccogliere le domande che ci vengono posto più frequentemente per dare un’idea d’insieme completa sull’argomento.

Liquidazione TFS, tempistiche dopo quota 100

Il decreto 4/2019 prevede che per chi sceglie la quota 100 per accedere alla pensione l’attesa per la liquidazione del TFS varia in base all’età e ai contributi di accesso poichè richiede:

  • 24 mesi di attesa dal raggiungimento ipotetico del requisito contributivo richiesto per accedere alla pensione anticipata ordinaria (42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno per le donne)
  • 12 mesi dopo il raggiungimento dei 67 anni di età necessari per accedere alla pensione di vecchiaia.

Appare chiaro che i requisiti con cui si è avuto accesso alla pensione con quota 100 diventano determinanti per capire quanto tempo bisognerà attendere per avere la propria buonuscita. Fatta questa doverosa premesse, vediamo quali sono le domande più frequenti che ci sono state poste e a cui abbiamo dato una risposta.

Liquidazione TFS FAQ

  • Sono in pensione con quota 100 da settembre, con 62 anni di età e con 38 anni di contributi, quanto devo attendere per avere il mio TFS?

Questa è la combinazione età/contributi che richiede l’attesa maggiore: infatti mancano 5 anni al raggiungimento dei 67 anni e, quindi, il TFS sarebbe erogato dopo 6 anni (a cui aggiungere i 90 giorni necessari all’INPS per gestire la pratica) e mancano 5 anni circa di contributi per raggiungere la pensione anticipata per l’uomo (liquidazione del TFS non prima che siano trascorsi 7 anni, quindi) e 4 anni circa alla donna (6 anni per la liquidazione). Di fatto, quindi, l’attesa più “conveniente” è quella per la pensione di vecchiaia.

  • Se l’accesso alla pensione quota 100 si fa con 42 anni e 8 mesi di contributi dopo quanto tempo spetta il TFS?

Questa, sicuramente è la casistica in cui l’attesa è più breve. Se è uomo deve attendere 2 mesi per il raggiungimento dei requisiti della pensione anticipata e, poi, altri 24 mesi per la liquidazione del TFS. Se è donna deve attendere solo i 24 mesi.

In questo caso la pensione con quota 100 non porta quasi nessuna penalizzazione sull’attesa del TFS spettante.

  • Per me che devo attendere quasi 5 anni per la liquidazione del TFS dopo aver avuto la pensione con la quota 100, il pagamento sarà in un’unica soluzione o sempre a rate?

L’attesa maggiore per ricevere il proprio TFS richiesta ai pensionati quota 100 non va a modificare la modalità di pagamento e, di fatto, si dovrà sempre attendere l’eventuale rateazione del pagamento.

Si ricorda che il TFS viene corrisposto in un’unica soluzione solo nel caso che l’importo lordo spettante sia inferiore ai 50mila euro. Altrimenti i pagamenti seguono questo schema:

-primo pagamento di 50mila euro lordi

– secondo pagamento per la parte eccedente i 50mila ma entro i 100mila euro dopo 12 mesi dal pagamento della prima rate

-per l’importo eccedente i 100mila euro si dovrà attendere il terzo pagamento, 12 mesi dopo la ricezione del secondo.

  • Se accedo a quota 100 entro fine anno con 65 anni di età e 38 anni di contributi quanto devo attendere per il TFS?

In questo caso l’attesa più conveniente per il lavoratore è quella relativa al compimento dei 67 anni. Nel suo caso, quindi, il TFS sarebbe liquidato dopo 15 mesi circa dal compimento dei 67 anni, dopo 3 anni dall’accesso alla pensione.

  • Ho avuto la pensione quota 100 a settembre 2019 e devo attendere, per il mio TFS ancora più di 3 anni. Anche se sono passati 2 anni dal pensionamento posso richiedere l’anticipo della buonuscita con tasso di interesse agevolato?

Non vi è una scadenza alla possibilità di richiedere il TFS anticipato alle banche con tasso di interesse agevolato. Dovrà però scegliere una delle banche che hanno aderito all’accordo ABI/INPS il cui elenco può trovarlo in questo articolo:  Anticipo TFS DL 4/2019: qui l’elenco della banche sulla piattaforma di Funzione Pubblica.

  • Sono donna e sono andata in pensione con quota 100 con 62 anni di età e con 40 anni di contributi, quando il TFS?

L’attesa più conveniente nel suo caso è quella relativa al raggiungimento ipotetico dei requisiti per accedere alla pensione anticipata che per le donne richiede 41 anni e 10 mesi di contributi accreditati. L’attesa, quindi sarà di un anno e 10 mesi per i requisiti in questione e, poi, di 24 mesi (più 90 giorni) per il pagamento del TFS. Di fatto, quindi, circa 4 anni dopo la cessazione dal servizio.

  • Se l’accesso a quota 100 è avvenuto a 66 anni di età con 39 anni di contributi quanto devo attendere per il TFS?

Nel suo caso l’attesa è di poco superiore ai 24 mesi: 12 mesi per compiere i 67 anni, 12 mesi di attesa per la liquidazione del TFS a cui aggiungere i 3 mesi necessari all’INPS per gestire la pratica.

  • Se sono segnalato al CRIF posso chiedere l’anticipo del TFS alle banche con tasso agevolato per estinguere i miei debiti?

L’anticipo TFS,  essendo un finanziamento concesso dalle banche, non viene erogato a coloro che sono stati giudicati dei “cattivi pagatori”. L’anticipo non è finanziato dallo Stato e, quindi, le banche possono scegliere a chi concederlo e a chi no anche in base alla valutazione del rischio creditizio. E anche se il finanziamento è coperto dalla garanzia del TFS stesso.

 


Prestito Anticipo TFS fino a €45000 con spread 0,40%
Clicca qui e scopri come chiederlo on line in pochi minuti
Metodo comodo e sicuro anche a distanza!


WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito