Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Liquidazione TFS a 67 anni o spetta anche prima dopo pensionamento?

Stampa
TFR

Liquidazione TFS dopo quota 100: tra le due attese da calcolare viene presa in considerazione la più conveniente per il lavoratore.

La liquidazione del TFS per i dipendenti del pubblico impiego segue tempistiche abbastanza lunghe e differenti in base alla motivazione che ha portato alla cessazione del rapporto di lavoro. In questo articolo rispondiamo ad una nostra lettrice che ci scrive:

Buon giorno, mi chiamo F. sono nata il 3/02/1957 e sono un ex-insegnante di lingua inglese di un liceo. Sono andata in pensione con quota 100 e 40 e 6 mesi di anzianità di servizio. Potreste dirmi sé dovrò aspettare di compiere 67-68 anni per accedere sl TFS oppure potrò riceverne una parte anche prima. Per l’attenzione ringrazio e porgo distinti saluti 

Liquidazione TFS

Nel caso del dipendente pubblico che accede alla pensione con la quota 100 l’attesa per la liquidazione del TFS segue regole diverse rispetto alla generalità dei lavoratori. Infatti, il decreto che ha introdotto la quota 100 prevede, all’articolo 23, comma 1 che “il personale degli enti pubblici di ricerca, cui è liquidata la “pensione quota 100”, conseguono il diritto alla decorrenza dell’’indennità di fine servizio comunque denominata al momento in cui tale diritto sarebbe maturato a seguito del raggiungimento dei requisiti di accesso al sistema pensionistico ai sensi dell’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, tenuto conto degli adeguamenti di cui al comma 12 del medesimo articolo.”.

Di fatto, quindi, il TFS post quota 100 viene liquidato:

  • 12 mesi dopo il compimento dell’età anagrafica necessaria all’accesso alla pensione di vecchiaia più 90 giorni necessari all’INPS per liquidare la pratica (nel suo caso quindi non prima del compimento dei 68 anni e 3 mesi)
  • 24 mesi dopo il raggiungimento prospettico dei contributi necessari per accedere alla pensione anticipata più 90 giorni necessari all’INPS per liquidare la pratica (nel suo caso, quindi, 1 anno e 4 mesi per raggiungere i 41 anni e 10 mesi di contributi e, poi, un’attesa di 27 mesi circa, dalla cessazione del servizio).

Delle due, verrà utilizzata quella più conveniente per lei, ma non dicendomi quando è andata in pensione non so dirle quanto deve ancora attendere nel secondo caso.

 

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione