L’inserimento dei docenti ITP in II fascia graduatorie di istituto è una telenovela. Lettera

WhatsApp
Telegram

inviata da Tranzillo Vincenzo a nome di alcuni docenti campani – Il Ministero Dell’ Istruzione con una nota di fine estate provvedeva a incaricare le segreterie scolastiche italiane di inserire chiunque abbia un contenzioso pendente a passare dalla terza alla seconda fascia d’istituto.

Dopo qualche settimana il Miur si accorge del FLOP(IN TERMINI BUROCRATICI) e chiarisce che entreranno in seconda fascia solamente il docente ITP che alla data della sortita delle graduatorie di seconda e terza fascia (in ogni provincia diversa) abbia avuto la fortuna di presentare il ricorso al T.A.R. del Lazio,escludendo quindi sia i ricorsi al Giudice del Lavoro che il ricorso al Presidente della Repubblica

Come è possibile che esista una mancanza di uguaglianza e quindi una diversita’ tra i vari ricorsi presentati dai docenti ITP per accedere in seconda fascia d’Istituto OVVERO RICORSO AL T.A.R. LAZIO, RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO PROVINCIALE,IL RICORSO AL CAPO DELLO STATO.?

Come è possibile che agli inizi di settembre Le scuole Lombarde chiedevano il modello A1 (inserimento in seconda fascia d’istituto per il triennio 2017/2020 per inserire gli ITP in seconda fascia? Come se era facile prevedere questo PAZZO ITER gia’ Da giugno……..l’arroganza delle segreterie e dei pseudo segretari Lombardi ha creato non poco imbarazzo…….

Come è possibile che il Ministero dell’ istruzione poi decida in autonomia in contrasto ad una sua stessa precedente nota quale ricorso deve essere tenuto in considerazione per il passaggio dalla terza alla seconda fascia?

Come è possibile che dopo che migliaia di ITP Hanno abbandonato il posto di lavoro precario nella propria regione natale ,affrontate ingenti spese per il viaggio, affittato case lontane centinaia di kilometri,pagate migliaia di euro in cauzioni e caparre per il fitto dalla abituale dimora siano stati trattati come zerbini e cacciati dalle scuole a causa di note del MIUR scritte con i piedi, pensate e pubblicate, un po’ come una partita di poker……un po’ bluffando,un po con menefreghismo……consapevoli di buttare benzina sul fuoco????

Come è possibile che L’Avvocatura dello Stato che dovrebbe garantire equita’ ed uguaglianza confermi che per salvaguardare l’anno scolastico(le segreterie degli gli istituti tecnici e professionali sono nel Caos piu’ totale anche a causa delle domande A.T.A. triennio 2017-2020) ? Come e’ possibile che la giustizia amministrativa sia INGIUSTA?

Come è possibile che poi con una giustizia onerosa ma fulminea il giudice del Lavoro reinserisca i docenti ITP Licenziati e denigrati di nuovo in seconda fascia?Quindi chi ha possibilita’ di permettersi la roulette russa dei ricorsi che non sta facendo altro che rimpinguare le tasche degli avvocati e dei sindacati confederati (che siedono al tavolo delle trattative,ma trattano solo per loro e per le loro famiglie)?

Come è possibile che in Veneto da settembre 2017 lavorano docenti INSERITI con ricorso pendente al Capo Dello Stato e che i docenti ITP ricorrenti alla stessa giurisdizione o ugualmente al T.A.R. LAZIO hanno dovuto invece abbandonare le supplenze,o ad interpretazione delle segreterie scolastiche esibire un provvedimento Cautelare in cambio della continuazione della supplenza …… SIAMO ALLA FRUTTA …….,disparita’ nello stesso territorio o peggio interpretazioni di d.s.g.a fatte AD PERSONAM o ancora in Varie segreterie scolastiche si è andato ad interpretazione della nota di inizio novembre del Miur per il tramite dell Ufficio scolastico Regionale Campania Ambito territoriale di Napoli laddove la nota nella parte finale precisava:—-i Dirigenti Scolastici potranno conferire contratti a tempo determinato con apposizione di CLAUSOLA RISOLUTIVA CONDIZIONATA ALLA DEFINIZIONE DEL MERITO DEL CONTENZIOSO PENDENTE———–Peggio che andar di Notte…..praticamente la parola MERITO ha fatto nascere pure interpretazioni personali E OGNI Istituto ha adottato il provvedimento preferito…..quindi chi ha chiesto il provvedimento cautelare , chi ha chiesto solo il numero di R.G. del ricorso , chi ha chiesto il modello a1 compilato, chi ha chiesto il panettone a Natale……..ops….quella è un’Altra storia…….

Come è possibile che Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio X – Ambito Territoriale di Milano Via Soderini, 24 – 20146 Milano – Codice Ipa: m_pi Ufficio Graduatorie Ad Esaurimento con la nota MIUR.AOOUSPMI.REGISTRO UFFICIALE(U).0021181.22-11-2017 abbia in totale autonomia Stabilito che saranno accettati tutti i ricorsi al T.A.R. DEL LAZIO senza tener conto di alcuna data di pubblicazione delle graduatorie?
Come è possibile che nessuno si fermi a pensare seriamente di risolvere il problema e non rimandarlo solo dopo alle prossime Elezioni?????

IL SOTTOSCRITTO SCRIVE A NOME DI CENTINAIA DI PRECARI I.T.P. ITALIANI E CHIEDIAMO:

1) una nota erga omnes che riconosca il nostro titolo abilitante come avvenuto nel 2014 con i diplomati magistrali e sociopsicopedagogico ante 2002.

2) una nota nazionale immediata che riconosca l’equivalenza tra i vari ricorsi presentati presso tutti gli organi di magistratura e che inserisca gli insegnanti tecnico pratici in II fascia a pieno titolo e senza riserva come avvenuto con i diplomati magistrali nel 2014, o magari inserisca gli ITP con riserva riservando l’opportunità di lavorare quantomeno sulle supplenze brevi visto l’anno scolastico ormai in corso…non potendo aderire alle convocazioni di inizio anno.

3) Chiediamo l’aumento delle ore di laboratorio, dando seguito al commisssariamento del Miur avvenuto in data ormai lontana e mai applicata, in modo da poter ridare dignità a questo lavoro

Firmato DOCENTI ITP

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana