L’insegnante? “E’ un intellettuale pubblico” con un lavoro complesso e grandi responsabilità

Stampa

L’insegnante? E’ un intellettuale pubblico.

Così leggiamo in un articolo di Alfonso Berardinelli su Avvenire.

Secondo l’autore, gli insegnanti sono intellettuali pubblici: da un lato istituzionalmente (amministrativamente) delegati alla formazione-educazione dei giovani, dall’altro impegnati di persona nella trasmissione del sapere, cognizioni e valori.

Il lavoro degli insegnanti è complesso e socialmente carico di responsabilità.

L’insegnante, scrive ancora l’autore, deve essere in possesso di:

  • attitudine comunicativa;
  • attitudine percettività psicologica;
  • creatività culturale fondata sia sulla competenza che sull’immaginazione didattica e sull’autoanalisi.

Un insegnante che non impari lui stesso qualcosa mentre insegna – conclude Berardinelli – non è un buon insegnante.

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!