L’insegnamento come atto narrativo e accessibile a tutti, Massimo Manzi ricorda il padre Alberto

WhatsApp
Telegram

Nel novembre di quest’anno, ricorrerà il centenario dalla nascita di Alberto Manzi, noto come il maestro d’Italia. Massimo Manzi, suo figlio, condivide i preparativi per questo importante anniversario in una intervista rilasciata al quotidiano “La Stampa (ed. Savona)”. Il Centro Manzi, affiliato all’Assemblea Regionale dell’Emilia-Romagna e diretto da Alessandra Falcone, sta organizzando diverse iniziative educative e culturali. Queste includono la collaborazione con il ministero dell’Istruzione e la Società Dante Alighieri per promuovere l’eredità di Manzi nelle scuole e oltre, non solo come figura televisiva ma anche come educatore e scrittore.

Massimo, nell’intervista, riflette sull’opera letteraria di suo padre, menzionando “Testa rossa”, una fiaba avventurosa che col tempo è stata apprezzata anche per la sua complessità e il messaggio intrinseco. Viene inoltre citato un inedito, “Il viaggio verso Arjeplog”, che evidenzia i temi cari a Manzi: l’amore per la natura, il rispetto reciproco e il valore della cultura come mezzo di crescita personale.

Massimo descrive il legame indissolubile tra l’approccio educativo di suo padre e la sua scrittura. Alberto Manzi vedeva l’insegnamento come un atto narrativo, volto a stimolare curiosità e dialogo. La sua esperienza di combattimento durante la Seconda Guerra Mondiale e il suo rifiuto delle offerte politiche rivelano una figura complessa, animata da un profondo senso di libertà e giustizia sociale. Le sue iniziative educative, compresa la storica trasmissione “Non è mai troppo tardi”, evidenziano il suo impegno verso l’educazione accessibile a tutti.

Infine, il figlio tocca temi contemporanei come l’importanza dell’educazione inclusiva e critica l’attuale enfasi sul merito come potenzialmente escludente. Ricorda l’approccio unico di suo padre nei confronti dell’educazione, basato sul rispetto della singolarità di ogni studente e sulla promozione di un ambiente di apprendimento stimolante, piuttosto che su rigide regole e valutazioni.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri