Link Coordinamento Universitario: inaccettabile assenza del Ministro al CNSU

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Link Coordinamento Universitario- “A cinque mesi dall’insediamento del nuovo Governo, il Ministro dell’Istruzione e della Ricerca Bussetti non si è ancora mai confrontato con gli studenti e le studentesse di questo Paese per comprendere i loro bisogni e necessità.” dichiara Alessio Bottalico, coordinatore nazionale di Link Coordinamento Universitario.

“Nella seduta odierna del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, il Ministro ha deciso di farsi sostituire da Valditara, già noto per essere stato relatore della Legge Gelmini nel 2010”- continua Alessio Bottalico. “Il nuovo Capo Dipartimento dell’Università fu, infatti, complice della distruzione dell’Università pubblica e il diritto allo studio, non ascoltando le richieste degli studenti e con la sua nomina il Ministro Bussetti rimarca una volta di più la mancanza di volontà di confronto con gli studenti e le studentesse del Paese.”

“Non accettiamo che oggi venga a parlarci al posto del Ministro chi in passato ha calpestato i diritti e i bisogni della comunità studentesca. Nel Documento Economia e Finanza l’Università non appare come una voce prioritaria nell’agenda di questo Paese.”- aggiunge Bottalico. “In seduta Valditara ha affermato che nell’organo non si parla di politica, ma di tecnica. Dobbiamo quindi aspettarci dal nuovo Capo Dipartimento Università che i bisogni degli studenti e dell’Università dovranno sottostare ai tecnicismi e ai fondi insufficienti senza risolvere strutturalmente i problemi del sistema universitario.

Noi saremo in piazza domani 12 Ottobre e abbiamo lanciato una consultazione “La nostra vita non è un gioco: ora parlano gli studenti” dal 22 al 26 Ottobre per prendere parola verso la Legge di Stabilità per porre le priorità degli studenti e delle studentesse.”- conclude il coordinatore nazionale di Link Coordinamento Universitario.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione