L’iniziativa Nutrire l’anima – Poesie al telefono continua

di redazione

item-thumbnail

Gianni Trezzi, leggistorie – Dall’11 marzo al 5 aprile 2020 ho letto quasi 200 poesie a tutti coloro che mi hanno chiamato al numero 0362.221504 (variato rispetto a quello iniziale)

Rappresenta un esempio piccolo ma spero significativo di resistenza umana, che ha consentito a molte persone di godere di un momento di stacco dalle tensioni quotidiane grazie alla serenità donata dai versi immortali di Wislawa Szimborska, Gaio Valerio Catullo, Alda Merini e Giacomo Leopardi.

Sono giunte richieste da tutta Italia (con una telefonata addirittura da Copenaghen) e qualcuno ha richiamato più volte. In particolare mi piace ricordare la signora Nuccia, di Bergamo, con la quale si è stabilito un rapporto quasi d’amicizia; chiama tutte le mattine tanto che se la sua telefonata dovesse tardare… resto in pensiero!

Da ieri (6 aprile) e nelle prossime settimane la performance proseguirà con i seguenti poeti:

– Emily Dickinson

– La poesia giocosa

– Antonia Pozzi

– Le fànfole di Fosco Maraini

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione