“Lingue minoritarie: buone compagne di viaggio”, progetto scuole tra Belgio, Italia e Spagna

Stampa

Rapporto Eurydice sull’insegnamento delle lingue regionali o minoritarie nelle scuole in Europa. Il progetto “Lingue minoritarie, buone compagne di viaggio”.

Tra i progetti e le iniziative a sostegno dell’insegnamento e dell’apprendimento delle lingue regionali e minoritarie riportate dal rapporto di Eurydice sopra detto, vi è quello che coinvolge il Belgio (Comunità fiamminga), la Spagna (Comunidad Autónoma del
País Vasco) e l’Italia (Sardegna): “Lingue minoritarie, buone compagne di viaggio (2015-2017)”. I progetti sono sostenuti dai programmi di finanziamento Erasmus+ ed Europa Creativa, e promuovono l’apprendimento e la visibilità delle lingue regionali o minoritarie in Europa, tra cui appunto il Sardo.

Gli Obiettivi di “Lingue minoritarie, buone compagne di viaggio” sono:

  • Raccogliere conoscenze su altre lingue minoritarie e/o a rischio in Europa, sulla loro situazione sociolinguistica e sulle politiche che ne promuovono la
    sopravvivenza.
  • Aumentare l’uso delle lingue minoritarie a scuola e nella vita di tutti i giorni.

Queste le attività:

  • Quiz linguistico sulla conoscenza delle lingue minoritarie.
  • Informazioni e ricerche sulle lingue minoritarie in Europa e nel mondo.
  • Programmi radiofonici sulle lingue minoritarie.
  • Questionari per le famiglie ospitanti per approfondire il contesto della lingua locale.
  • Registrazione di canzoni popolari nelle lingue minoritarie.
  • Corpus di espressioni nelle tre lingue minoritarie.

L’istituto scolastico sardo coinvolto è San Giuseppe Calasanzio a Sanluri, un comune di 8500 abitanti nel sud della Sardegna. San Giuseppe Calasanzio è una scuola privata ed europea con un centinaio di studenti.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur