Lingua inglese a scuola, si insegna davvero bene? Sui social è dibattito: “Grandi lacune, poco ascolto e assenza di linguaggio colloquiale e informale”

WhatsApp
Telegram

L’ennesimo post sui social riapre il dibattito sull’inadeguatezza dell’insegnamento dell’inglese nella scuola italiana. Lo sfogo di uno studente, che lamenta l’incapacità di comunicare in inglese durante un viaggio all’estero, ha acceso la discussione, raccogliendo numerosi commenti che evidenziano le carenze del sistema scolastico.

“Frustrante sapere che la scuola italiana normalmente t’insegni un inglese che poi, una volta in cui vai all’estero anche per una settimana, non ti serve a niente perché non hai solide basi per poter riuscire a costruire un discorso utile in molte situazioni”. Le parole di questo studente, condivise da molti altri, mettono in luce un problema annoso: l’apprendimento dell’inglese in Italia sembra non essere efficace come dovrebbe.

Le lacune del sistema

  • Mancanza di esercizi di ascolto con madrelingua e di pratica del parlato.
  • Assenza di insegnamento del linguaggio colloquiale e informale.
  • Prevalenza della grammatica sulla conversazione.
  • Programmi ministeriali focalizzati sulla letteratura anziché sulla lingua d’uso.

I dati confermano le criticità

  • Il 64% degli italiani ha imparato l’inglese solo a scuola.
  • Solo il 55% afferma di avere un buon livello di inglese grazie all’istruzione formale.
  • La mancanza di tempo, il divario tra scuola e lavoro e le scarse opportunità di pratica sono i principali ostacoli all’apprendimento.

Eppure, l’importanza dell’inglese è innegabile

  • Il 91% degli italiani lo ritiene fondamentale per la vita lavorativa.
  • Per le donne, in particolare, rappresenta una leva per superare divari e discriminazioni.

WhatsApp
Telegram

“Percorsi abilitanti 30 CFU ai sensi dell’art. 13 del DPCM 04/08/2023”.  Hai tempo solo fino al 27 giugno 2024. Contatta Eurosofia