“L’informazione contro le mafie: facciamo rete”, incontro/dibattito con gli studenti a Senigallia

Stampa

A 25 anni dalla strage di Capaci, per celebrare la memoria e l’impegno contro tutte le mafie di Giovanni Falcone, di sua moglie e della sua scorta il Liceo Scientifico Statale “E. Medi” di Senigallia, da sempre sensibile a queste tematiche, ha organizzato l’iniziativa intitolata “L’informazione contro le mafie: facciamo rete” che si terrà a Senigallia giovedì 25 maggio 2017.

A partire dalle ore 09:30, presso il Teatro “La Fenice”, gli studenti del Liceo “Medi”, con una significativa rappresentanza dell’Istituto Tecnico “E.F. Corinaldesi” e la partecipazione altre istituzioni scolastiche, incontreranno i giornalisti Luca Salici, Riccardo Orioles e Sandro Ruotolo, che attraverso filmati, testimonianze forniranno elementi di discussione e confronto con i presenti su come contrastare la malavita di stampo mafioso e l’illegalità nel suo complesso, intesa come ostacolo alla fruizione del diritto di Cittadinanza.

L’incontro, di giovedì 25 maggio, è organizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Senigallia, la presidenza dell’Assemblea Legislativa delle Marche, l’associazione “Libera contro le mafie”, e tante altre realtà da sempre impegnate nella lotta alla malavita organizzata di stampo mafioso. Al sociologo Epifanio Grasso il compito di coordinare questo importante evento.

Nel tardo pomeriggio, alle ore 18:30, appuntamento alla libreria “IoBook” per una seconda riflessione sul tema guidata da Simone Ceresoni con gli interventi di Riccardo Orioles, di Luca Salici, dei siciliani giovani, di Luigi Alfieri, docente di filosofia politica, presso il Dipartimento di Economia Società Politica dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”.

L’iniziativa intende inoltre ricordare la memoria di Peppino Impastato, assassinato a Cinisi dalla mafia il 9 maggio di trentanove anni fa.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur