Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

L’importanza della biblioteca scolastica e l’educazione degli alunni alla lettura e alle donazioni librarie. Scarica un’UdA

WhatsApp
Telegram

Anche nell’era digitale non c’è nessun sostituto per i libri. Sono la fonte della conoscenza e sono l’aspetto più importante della nostra educazione. La biblioteca è la struttura (o stanza, in moltissime scuole italiane) in cui sono conservati molti libri da leggere. La biblioteca è una delle strade da percorrere lungo il crinale della conoscenza. Le biblioteche sono progettate per fornire un ulteriore vantaggio alla comprensione di se stessi. È un luogo fisico e ideale dove si può scoprire ogni angolo del globo e ogni individuo umano, con le sue passioni, le sue determinazioni.

Nel contesto delle scuole, le biblioteche svolgono un ruolo significativo nel fornire percorsi e competenze agli studenti in ambito scolastico. I libri conservati negli scaffali delle biblioteche sono fonte di saggezza e conoscenza; rappresentano il lungo viaggio dell’Uomo verso la civilizzazione e verso una migliore qualità della cultura. Il mondo digitale, con le capacità di smartphone, tablet e computer, non può, dunque, essere riposto sugli scaffali dei libri poiché questi libri occupano un posto speciale nel cuore di lettori e studenti.

La biblioteca è tra gli spazi più importanti di ogni scuola

La biblioteca è tra gli spazi più importanti di ogni scuola. Ospita le pubblicazioni più importanti che sono importanti per gli studenti. Questo sito assiste tutti gli studenti di vari segmenti educativi durante la loro permanenza a scuola e, specie se le biblioteche riescono a garantire un’apertura pomeridiana, anche dopo. Ospita migliaia di libri che assistono, gli alunni (potranno farlo anche quando non lo saranno più) nelle loro tesi di esame, o, semplicemente, fornendo materiali di studio e molto altro.

Luogo di sviluppo culturale

Le biblioteche sono un luogo privilegiato nel quale sia i più piccolo che gli alunni grandi possono appagare il loro bisogno. Si tratta di un’area tranquilla per consentire agli studenti di concentrarsi sui loro studi e anche incoraggiare gli studenti a prendersi del tempo per studiare. I docenti incaricati alla gestione della biblioteca, che sanno quali libri apprezzano gli studenti, possono aiutarli a scegliere i libri che corrispondono alle loro preferenze. A volte, questi sono libri che lo studente neppure sapeva che avrebbe adorato. Dare agli studenti libri che li attraggono può ispirarli a continuare a leggere. L’importanza di una biblioteca scolastica non è sopravvalutata. Le biblioteche – scrive Singh – sono una fonte fondamentale di informazioni per i bambini nelle scuole. «Crea – sottolinea il dirigente scolastico del Liceo Santi Savarino Partinico di Partinico professoressa Prof.ssa Vincenza Vallone – l’abitudine essenziale di leggere negli studenti. Ogni scuola deve avere biblioteche. La biblioteca nelle scuole è una parte importante della vita degli studenti, fungendo da magazzino di esperienze, di emozioni, di informazioni, di storia dell’umanità». L’importanza continua a rimanere, però, quella legata alle piattaforme formative create, alle strategie attuate dai docenti e agli strumenti utilizzate dagli alunni. Incoraggia lo sviluppo del gruppo e dei singoli studenti, assiste nello sviluppo del vocabolario degli studenti, aumenta la comprensione, instilla l’abitudine di leggere in silenzio e incoraggia un approccio alla risoluzione dei problemi negli studenti. Pregevole le donazioni che molti studenti effettuano a beneficio proprio delle scuole che frequentano. è un valore aggiunto e una partica da insegnare e promuovere. «Costruire il futuro delle generazioni che verranno dopo la loro – afferma Clarissa Tamburello, presidente dell’Interact Club Palermo Montepellegrino – è per noi giovanissimi un motivo di orgoglio e un motivo di impegno». Un impegno che si è concretizzato a Partinico, un paese in provincia di Palermo, grazie alla buona volontà dell’Interact Club Palermo Montepellegrino e del Rotary padrino il Rotary Club Palermo Montepellegrino. La prestigiosa biblioteca del Liceo “Santi Savarino” di Partinico, infatti, istituto diretto brillantemente dalla professoressa Vincenza Vallone, ha ricevuto in donazione duecento volumi molti dei quali offerti da provati (il professore Antonio Fundarò, il professore Filippo Nobile, la scrittrice Enza Pizzolato, altri, invece, più di cinquanta, dalla Casa Editrice “Raffaello” che, negli anni si è radicata nel mondo della narrativa per giovani con «i migliori testi della letteratura mondiale adattati per i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo grado da grandi autori italiani e della letteratura mondiali» come precisa Marco Aiello che, per conto della Raffaello Editore, ha preso parte all’iniziativa. «Titoli – continua Marco Aiello – corredati di schede di approfondimento finali e spunti di discussione e ricerca, per far comprendere e gustare i capolavori di tutti i tempi».

Importanza della biblioteca nell’istruzione scolastica

La biblioteca è al centro dei programmi scolastici della scuola. Il curriculum in una particolare scuola può dipendere in gran parte dalla qualità della biblioteca. Il processo di insegnamento e apprendimento è di non sufficiente impatto culturale senza una biblioteca ben attrezzata. La biblioteca è essenziale per facilitare l’apprendimento centrato sullo studente e i processi di insegnamento come il piano Dalton, il metodo del progetto e l’autoapprendimento, nonché i seminari. «La biblioteca aiuta gli studenti a comprendere la propria cultura e li espone ad altre culture, fornisce loro le informazioni più recenti ed espone gli studenti a nuove contaminazioni culturali: idee, letterature mondiali. Le biblioteche sono uno strumento essenziale per stabilire abitudini di studio desiderabili tra gli studenti. Le biblioteche svolgono anche un ruolo essenziale nel migliorare l’efficacia degli insegnanti e il loro impegno non solo sul versante della didattica in classe ma per la promozione di uno sviluppo culturale del territorio, della comunità, del Paese e dell’umanità» ha sottolineato il Dirigente Scolastico del Liceo Santi Savarino di Partinico, la professoressa Vincenza Vallone. L’Istituto dispone di due eccellenti biblioteche. Quella del Liceo classico, alla quale è stata effettuata la donazione, è coordinata dalla professoressa Caterina Brigati, docente di Italiano e Latino (che è anche responsabile di plesso).

La biblioteca aiuta a saperne di più

«Leggere un libro è il modo più efficace per passare il tempo. Le biblioteche colmano il divario tra l’interesse di un bambino, di un adolescente e di un ragazzo per l’apprendimento e ciò che, invece, promuove la scuola in classe. Importante ma non unica. Di grande impatto il messaggio lanciato dalla giovanissima Clarissa Tamburello, studentessa del Liceo “Santi Savarino” di Partinico e presidente dell’Interact Club Palermo Montepellegrino: «I bambini, i ragazzi e la loro passione sono un fattore importante per rendere il loro, ed il mio, futuro più luminoso. Scoprire l’esistenza di un panorama così variegato di opere letterarie mantengono interessante il processo di apprendimento migliorando le nostre conoscenze, le nostre abilità e, principalmente, le nostre competenze. La biblioteca offre a noi studenti l’opportunità di ampliare le nostre conoscenze e aumentare la nostra fiducia quando si tratta della nostra ricerca. Diciamo che ci avviamo, così, anche alla ricerca».

La biblioteca migliora l’alfabetizzazione

Lo studio delle discipline non dovrebbe avere limiti e il desiderio di più libri dovrebbe essere presente in ogni bambino, in ogni ragazzo, in ogni adolescente. La maggior parte degli studenti ignora i libri (anche quelli di testo) e d passa il tempo a giocare o a navigare su internet senza mete precise e, spesso, senza alcuna strumentalità tecnologica e metodologica. «La biblioteca aiuta a bilanciare la mancanza di mete evidenti culturali fornendo una fonte di informazioni, di conoscenze, di idee, infinite. È essenziale fissare un certo orario per avere una biblioteca a scuola che attiri gli studenti alla luce della conoscenza. La biblioteca è l’aspetto più importante dell’apprendimento e aiuta a preparare gli studenti a una vita.

La biblioteca crea un’atmosfera

L’ambiente in biblioteca – scrive Singh – è così diverso dalle altre aree della scuola, che gli studenti all’inizio dei loro studi lo trovano noioso. Tuttavia, una volta che iniziano a leggere libri che soddisfano le loro esigenze, ne troveranno molto interesse. Il silenzio in biblioteca può aiutare il lettore a studiare in pace. È essenziale mantenere l’atmosfera per una serie di motivi. Crea un’atmosfera per la lettura e aiuta gli studenti a imparare a leggere libri guardando gli altri studenti.

La biblioteca apre al “conosci te stesso”

«Il più grande vantaggio di essere in una biblioteca – scrive Singh – è che sarai lì tra un sacco di conoscenze. È vero che stare seduti in biblioteca non aiuta, ma può aiutare a stabilire una mentalità. L’apprendimento dei vari tipi di libri oltre al programma aiuterà lo studente a scoprire i propri interessi. Essere consapevoli di se stessi è la sensazione più soddisfacente e aiuta gli studenti a selezionare il miglior percorso professionale».

La biblioteca apre al mondo della saggezza

«Un bell’uomo e una bella donna si riconoscono quando sono ben vestiti; tuttavia, precisa il presidente del Rotary Club Palermo Montepellegrino presente all’evento che ha contribuito all’iniziativa – una persona colta si distingue per il modo in cui apre la bocca e per cosa proferisce ed il modo in cui lo dice. L’unico investimento nell’istruzione è quello che si ripaga nel corso del tempo. Una biblioteca piena di libri può aprire la mente del bambino. I libri della biblioteca li aiutano a prendere coscienza del mondo. Cosa che è impossibile avvenga solo andando a lezione». Nessuna parte della società – genitori, insegnanti, bibliotecari, membri della comunità – vuole vedere i ragazzi iniziare una vita con un deficit di lettura, soprattutto perché sempre più lavori richiedono livelli più elevati di alfabetizzazione. Forse è giunto il momento che il tempo di lettura diventi altrettanto consueto come quello destinato al PC e alla televisione. «Il fenomeno Harry Potter ha dimostrato che i ragazzi accettano i libri che attingono ai loro interessi e alla loro immaginazione; ora spetta agli adulti nelle loro vite alimentare quel potenziale. Noi come scuola in questo senso siamo fortemente impegnati grazie anche con una classe docente responsabile che ha compreso bene la valenza delle biblioteche e l’importanza di alimentare l’amore per la lettura» ha concluso la dirigente scolastico del Liceo “Santi Savarino” di Partinico (Pa), professoressa Vincenza Vallone.

Un’UdA per promuovere il valore delle biblioteche

In allegato una pregevole Unità di Apprendimento realizzata dai docenti validissimi dell’Istituto Comprensivo “A. Malerba” di Catania, diretto con grande abilità dal dirigente scolastico dottoressa Agata Pappalardo, una vera eccellenza sotto il profilo della managerialità e della gestione della scuola. L’UdA (con docenti referenti Angela Nicotra- Italiano, arte e immagine, cittadinanza e costituzione e docente coinvolto l’Ins. Carmen Barone) è strutturata attorno alle seguenti competenze chiave/ competenze culturali specifiche: Competenza nella madrelingua; Competenze sociali e civiche; Spirito di iniziativa e di imprenditorialità e Imparare ad imparare.

UdA La nostra biblioteca – Primaria

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, corso di preparazione valido per preselettiva, scritto ed orale. Con esempi. Ultimi giorni a prezzo scontato