Liliana Segre: studio della storia deve essere centrale, rinnovare i metodi di insegnamento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La senatrice Liliana Segre è intervenuta sul nuovo esame di Maturità, nello specifico sull’eliminazione del tema di storia. 

Queste, come riferisce l’Ansa, le Sue parole:

“Accantonare la storia, vuol dire, che avendo tutte le altre materie da preparare la si abbandona già alla fine del primo trimestre: questo mi dispiace moltissimo perché penso sempre che la storia sia Magistra vitae”.

La Senatrice ha ammesso che l’insegnamento della disciplina, fondato su un continuo di fatti e fatterelli, potrebbe essere noioso, per cui  si deve procedere ad un rinnovamento dei metodi di insegnamento:

Mi ricordo – ha raccontato a margine della lectio magistralis al liceo G.Caetani durante l’evento ‘la scuola d’Europa’ – che quando ho fatto il liceo era noioso studiare le guerre d’Europa, un continuo di fatti e fatterelli, e capisco che i ragazzi possano non aver voglia di sentire delle storie che, non solo sono di secoli addietro, ma che oggi in una Europa che si spera sia sempre più unita stridono alle orecchie di chi è obbligato a studiare e credo che questo modo di insegnare la storia sia superato dai tempi“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione