Liceo Scienza dei dati e Intelligenza artificiale, Al Buonarroti di Monfalcone: il nuovo percorso guarderà al futuro potenziando l’informatica. Con quadro orario

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio d’Istituto del Liceo Buonarroti di Monfalcone ha dato il via libera all’istituzione del nuovo percorso di studi in Scienza dei dati e Intelligenza Artificiale che nasce come curvatura del Liceo Scientifico opzione Scienze applicate.

Le studentesse e gli studenti che quest’anno frequentano la terza media potranno richiedere l’iscrizione alla nuova curvatura già per il prossimo anno scolastico. Rispetto al percorso ordinario delle Scienze applicate, nel corso dei cinque anni ci saranno più ore di Informatica e un’ora in meno di Matematica, Fisica o Scienze naturali.

La scuola deve essere all’avanguardia

Una scuola all’avanguardia, da imitare, come lo dimostra la circostanza che vede, da anni, l’istituto impegnato attivamente in processi adattivi dei suoi corsi di studio. Lo scorso anno, infatti, risultava inserito nell’elenco delle 23 istituzioni scolastiche italiane individuate per l’attuazione del percorso di potenziamento orientamento “Biologia con curvatura biomedica” a partire dall’a.s. 2020-2021, di cui all’articolo 1 dell’Avviso del Direttore Generale per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione n. 10403 del 24 giugno 2020.

Percorso, quello, nato con l’Accordo Quadro n. 3095 del 21 marzo 2017 finalizzato a “Promuovere la diffusione nei licei scientifici del percorso di potenziamento di Biologia con curvatura biomedica” tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (di seguito denominata FNOMCeO).

La scuola che potenzia e guarda al futuro

Il nuovo percorso è il frutto del lavoro di un gruppo di studio di docenti del Buonarroti costituito su proposta del prof. Gaetano Strano, docente di Informatica del Liceo ed esperto formatore.

Saranno potenziate le competenze informatiche consolidando il pensiero logico e le capacità di analisi e astrazione, utili anche per le altre discipline scientifiche, attraverso la gestione di diverse tipologie di dati e l’applicazione di modelli di Machine Learning e Deep Learning, i due rami dell’Intelligenza Artificiale che creano sistemi in grado di apprendere per poi simulare l’intelligenza umana in contesti specifici.

Perché nascono le curvature

La curvatura in un Istituto di Istruzione superiore si determina, su proposta e delibera di Collegio dei docenti e Consiglio di Istituto, per accontentare una richiesta del territorio e della comunità scolastica, in primis, che vede la scuola come il “fil rouge” per il corretto dialogo dei saperi e delle competenze formative e professionali.

Difatti, in un contesto epocale come quello che stiamo vivendo, talvolta in tutta la sua velocità evolutiva e adattiva, digitalizzato e globalizzato sì, ma anche proprio per questo motivo di difficile lettura e richiedente ai singoli delle competenze trasversali, che abbiano come denominatore sociale proprio la flessibilità e l’adattabilità mentale a situazioni legate al mondo dell’occupazione, ai quelli che definiamo i rapporti interpersonali e all’utilizzo della tecnologia e dell’informatica in continuo cambiamento e in inarrestabile evoluzione, proprio la Scienza dei dati e l’Intelligenza Artificiale, viste come l’espressione del sentire più immediato e spontaneo delle persone in rapporto al loro contesto di vita e alla loro prospettiva professionale, possono essere una chiave di lettura fortunata, rapida e trascinante della società, per capirla in maggior misura nelle sue espressioni, per abbracciarne e viverne intimamente i bisogni, per immaginare delle forme di azione, per riscoprire il proprio ruolo, di uomo, professionista e cittadino, al suo interno.

La creatività

Soprattutto la competenza , talvolta un poco trascurata e obliata volontariamente, della “creatività”, proprio per la sua trasversalità, deve essere particolarmente curata nell’ambito di questa nuova curvatura didattica del liceo con la profonda convinzione che svilupparla per ogni studente dimostrerà l’irrinunciabile e forte tendenza all’innovazione, alla perfezionare delle proprie capacità di problem solving all’insegna dell’originalità e della professionalità, che è poi quanto oggi viene energicamente e fondamentalmente richiesto dal mondo del lavoro.

Competenze negli ambiti della Robotica, della Realtà Virtuale e Aumentata, della Statistica, dell’analisi di immagini e video

Le studentesse e gli studenti svilupperanno quindi competenze negli ambiti della Robotica, della Realtà Virtuale e Aumentata, della Statistica, dell’analisi di immagini e video (Computer Vision) e dell’elaborazione del linguaggio naturale (Natural Language Processing).

Strettamente legata all’Intelligenza artificiale è la Scienza dei dati. Oggi, grazie alle nuove tecnologie, è infatti possibile raccogliere e catalogare enormi quantità di dati in modo completamente automatizzato a una velocità inimmaginabile fino a pochi anni fa. I data scientist, ovvero i ricercatori che applicano direttamente le metodologie della data science, si occupano di trasformare immense quantità di dati “grezzi”, i Big Data, in informazioni preziose per indirizzare la ricerca o per orientare le decisioni di ha responsabilità di governo o di impresa.

L’implementazione dei principali algoritmi di Intelligenza Artificiale

Si dice entusiasta di questa iniziativa il dirigente scolastico Vincenzo Caico: “Si tratta di un progetto forse unico in Italia che apre gli orizzonti del Liceo Scientifico verso ambiti estremamente innovativi e affascinanti della conoscenza. Ringrazio il prof. Gaetano Strano e tutto il gruppo di docenti che ha lavorato a questa idea. Lo studio dell’informatica sarà armonizzato sia con le altre discipline scientifiche, sia con le discipline umanistiche, in particolare con quelle linguistiche, e si profilano interessanti opportunità di collaborazione con professionisti e scienziati che operano in questi settori e con le università”.
L’implementazione dei principali algoritmi di Intelligenza Artificiale sarà svolta utilizzando il linguaggio Python. Per le applicazioni della Statistica si impiegherà il linguaggio R.

Le prospettive, i corsi di laurea e il lavoro

La nuova curvatura del Liceo Scientifico consentirà di proseguire con profitto gli studi nei corsi di laurea in Data Science, Internet of Things, Big Data, Machine Learning e Artificial Intelligence, oltre che in Scienze informatiche e Ingegneria Informatica.

Si riporta di seguito il quadro orario settimanale delle lezioni che evidenzia le differenze rispetto al percorso ordinario del Liceo Scientifico delle Scienze applicate.

Il quadro orario settimanale delle lezioni proposto è il seguente:

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA