Liceo Economico sociale (LES): perché è sbagliato chiamarlo così

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Annamaria Meterangelis, Psicologo psicoterapeuta e Docente del Liceo Scienze Umane ci spiega come l’acronimo LES per indicare il Liceo di Scienze umane a opzione sociale economica sia sbagliato e quali possono essere invece gli sbocchi lavorativi verso i quali indirizzare gli studenti di questo corso. 

Precisiamo che accogliamo la precisazione della Prof. ssa nell’ottica di stimolare un dibattito sull’argomento.  Chi volesse inviare il proprio contributo può farlo all’indirizzo [email protected]

“Gent.ma Redazione

In risposta all’articolo pubblicato in data 15 novembre c.m. dal titolo “Nuove prospettive per il Liceo Economico Sociale: la ricetta di Apidge”  chiedo: perché esiste un Liceo Economico Sociale?

Non è assolutamente vero che il Liceo delle Scienze Umane opzione economico sociale è ormai indicato da tutti come il Liceo Economico Sociale. Questa è una licenza impropria che molti docenti di diritto ed economia si stanno prendendo… ma le cose non stanno in questi termini.

E’ necessario chiarire che il Liceo di cui si parla non è Economico Sociale e che l’acronimo LES è improprio in quanto il Liceo in questione si chiama Liceo delle Scienze Umane opzione economico sociale, quindi LSU e non LES.

E’ da un po’ che sento parlare di questo liceo come se fosse un Liceo Economico credo ci sia un po’ di confusione al riguardo.

Perché il Liceo delle Scienze Umane -con questa opzione- resta un Liceo delle Scienze Umane con l’aggiunta di una curvatura economico sociale ma sempre riferita alle scienze umane che è diversa dal Liceo delle Scienze Umane classico in cui la curvatura è attinente lo studio della Pedagogia.

Dunque, per essere chiari questi i curricoli.  Al Liceo Scienze Umane si studiano: le Scienze Umane (Pedagogia, Psicologia, Sociologia, Antropologia culturale e Metodologia della ricerca); il Diritto e l’ Economia si fanno solo al biennio. Al Liceo Scienze Umane opzione economico sociale si studiano: Le Scienze Umane (Psicologia, Sociologia, Antropologia e Metodologia della ricerca) una Seconda Lingua Straniera (che sostituisce il Latino dell’altro Liceo Scienze Umane) e Diritto ed Economia per tutti e 5 gli anni. La Psicologia -così come la Sociologa- in questo tipo di Liceo è più attinente alle problematiche del lavoro è una Psicologia sociale e delle Organizzazioni ed il profilo dello studente è verosimilmente compatibile con un esperto di psicologia applicata ai contesti lavorativi per fare qualche esempio: le Comunità, i Centri di accoglienza, le Istituzioni penitenziarie, le Case Famiglia, i Centri Disabili e così via…piuttosto che l’insegnamento che assieme alla psicologia dello sviluppo  caratterizzano maggiormente  il Liceo Scienze Umane classico.

Nel legislatore, l’intento era quello di formare uno studente con conoscenze e competenze in questi settori e sia il diritto sia l’economia dovrebbero essere declinati anche su argomenti quali il Diritto di Famiglia, le Normative riguardanti l’Infanzia e l’Adolescenza (Convenzione di NY,  La legge quadro 104, le Convenzioni di Istanbul (Femminicidio), di Lanzarote (Pedofilia) e così via…

Credo ci sia veramente un equivoco… spesso sento parlare di ASL -che tra un po’ sarà abolita sia nelle ore che passeranno da 200 a 90 per il triennio sia nel titolo e negli intenti poiché prenderà il nome di: Percorsi per competenze trasversali ed Orientamento- presso aziende per questo tipo di Liceo. Altro sarebbe farlo appunto nelle strutture sopra citate perché il Liceo non è Economico Sociale ma delle Scienze Umane.

Spero di aver chiarito, cordialmente

Annamaria Meterangelis, Psicologo psicoterapeuta e Docente del Liceo Scienze Umane

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione