Liceo del made in Italy, M5S: “Meloni pensi a stipendi, autonomie e chiusura degli istituti”. Bucalo: “I pentastellati sanno solo criticare”

WhatsApp
Telegram

“Il dualismo tra istituti tecnici e licei di cui ha parlato oggi Giorgia Meloni al Vinitaly rappresenta un modo vecchio di pensare alla scuola, che ripropone un dibattito che non fa bene né ai licei né agli istituti tecnici”.

Così gli esponenti M5S in commissione Istruzione alla Camera e al Senato.

L’idea di creare un liceo “del made in Italy” è l’ennesima trovata di propaganda, quando invece è indispensabile valorizzare nuove figure tecniche specializzate con il coinvolgimento e la messa in rete delle aziende“, proseguono i pentastellati.

Ad ogni modo visto che Meloni ha parlato di scuola le segnaliamo un appuntamento importante: il prossimo 11 aprile è calendarizzata alla Camera la nostra mozione che chiede al Governo di fare un passo indietro sulla possibile chiusura di quasi 700 istituti scolastici sul territorio italiano, sullo spaccamento del sistema scolastico nazionale con la proposta Calderoli sulle autonomie, e di fare di più per valorizzare prof e personale scolastico“, continua il M5S.

Se le sta a cuore la scuola pubblica italiana non faccia solo annunci spot ma dica ai suoi in Parlamento di agire concretamente a sostegno della comunità scolastica”, concludono.

Bucalo: “M5S sa solo attaccare in maniera strumentale”

“Le dichiarazioni rilasciate oggi dai rappresentanti del Movimento 5 Stelle sul Liceo del made in Italy, sono la riprova che il Movimento sa solo attaccare in maniera strumentale senza avere né prospettiva futura né finalità di costruzione politica”.

Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia Ella Bucalo, membro della commissione cultura del Senato e responsabile della Scuola di Fratelli d’Italia.

“Il Liceo del Made in Italy è una alternativa importante per dare una opportunità di grande rilievo ai giovani con la creazione di una figura altamente specializzata a sostegno e a tutela dei prodotti Italiani. Consiglio ai colleghi del M5S, invece di continuare a fare inutili attacchi, di impegnare il tempo speso in polemica sterile nella lettura del disegno di legge presentato al Senato. Un atto alla cui base sta  l’idea di far conoscere i prodotti italiani che rappresentano un’eccellenza nel mondo non solo attraverso la promozione ma anche attraverso l’attività di figure altamente  specializzate nel campo giuridico che sappiano promuovere e tutelare i prodotti in un mercato sempre più competitivo”. 

Meloni: “Gli istituti agrari sono il vero liceo, ci sono più sbocchi lavorativi” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia