Liceo del Made in Italy, da settembre 2024: obiettivo è la formazione di operatori nel campo delle eccellenze italiane

WhatsApp
Telegram

Dai licei del Made in Italy al fondo sovrano ma anche le norme anti ‘fake’ e le semplificazioni: arriverà in Consiglio dei ministri la prossima settimana la legge quadro collegata alla manovra per il Made in Italy messa a punto dal ministro Adolfo Urso.

La legge delega includerà una serie di semplificazioni normative che mirano a promuovere il Made in Italy. Vengono esaminate proposte per ridurre la burocrazia e superare ostacoli all’ingresso nei mercati internazionali. Tra le varie strategie, il ministro ha recentemente annunciato norme “per semplificare l’estrazione di materie prime per l’industria ceramica”, un settore che è stato colpito duramente dal conflitto in Ucraina. Previsti anche “interventi legislativi per incentivare le startup focalizzate sulla lavorazione di nuovi materiali” nel campo tessile.

Per quanto riguarda, invece, il liceo del Made in Italy, si dovrebbe partire a settembre 2024.  L’obiettivo è di formare nuove professionalità capaci di operare nel campo delle eccellenze italiane dall’agroalimentare alla moda. Competenze specializzate per potenziare la spinta all’export e la crescita dei brand italiani.

Il provvedimento prevede anche l’introduzione di nuovi strumenti per combattere la contraffazione. Coldiretti stima che solo il cibo contraffatto, dal falso olio d’oliva all’imitazione del ‘parmesan’, raggiunge un valore di 100 miliardi di euro nei paesi del G20.

Una volta ottenuto l’approvazione del Consiglio dei ministri, la legge delega sarà presentata al Parlamento. Nel frattempo, la Commissione Attività Produttive sta conducendo un’indagine conoscitiva su “Made in Italy: valorizzazione e sviluppo dell’impresa italiana nei suoi diversi ambiti produttivi”. I risultati di questa indagine saranno utili per valutare gli eventuali emendamenti alla delega. I decreti di attuazione sono previsti entro 12 mesi dall’approvazione della legge delega.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri