Licei, per una docente 30% liceali “sono troppo stupidi per seguire le lezioni”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il 30% dei liceali “sono troppo stupidi per seguire le lezioni”.

Sono queste, come riferite da Ticinonline, le affermazioni di una docente del Poli di Zurigo, Elsbeth Stern.

Le affermazioni della professoressa sono frutto di un test svolto in diverse scuole superiori svizzere, che hanno rivelato la presenza di un numero abbastanza elevato di QI bassi: diversi studenti arrivavano a 80, al di sotto dunque della media di 100.

Secondo la Stern, i genitori sopravvalutano l’intelligenza dei figli, soprattutto nelle famiglie in cui i genitori sono entrambi laureati:

“Capita che ragazzi non preparati vengano spinti da mamme e papà istruiti mentre altri, che invece avrebbero i mezzi intellettuali, non vengono sostenuti dalla famiglia”.

La soluzione? Per la Stern si dovrebbe valutare l’andamento nel corso dei primi 6 anni di scuola dell’obbligo, al fine di comprendere se ci sia o meno l’attitudine allo studio. Il che richiederebbe di  “potenziare” i maestri di scuola elementare: “Per evitare gente poco formata e motivata sarebbe meglio richiedere comunque una laurea per iniziare la formazione”.

Il percorso liceale, conclude la Stern, dovrebbe essere svolto soltanto dal 20% dei ragazzi: “Sì, ma l’importante è che sia il 20% giusto”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione