Licei musicali: laboratorio di musica d’insieme può svolgersi in presenza. Strumento, da casa

Stampa

La Didattica a distanza non è un lontano ricordo come molti di noi speravano. Nel Novembre del 2020, a nove mesi dall’inizio dell’incubo, siamo qui a discuterne le modalità e criteri di svolgimento.
Prevista al 100% nelle scuole superiori, ha invaso ancora una volta anche la scuola media (seconda e terza) risparmiando al momento i nuovi arrivati della secondaria di primo grado.
Nelle scuole medie ad indirizzo musicale e nei Licei musicali, gli addetti ai lavori stanno domandandosi se le lezioni di strumento musicale, musica d’insieme, possano effettuarsi in presenza e se rientrino nel novero delle attività laboratoriali; ciò perchè quest’ultime hanno ricevuto l’OK ministeriale per lo svolgimento in presenza. Il punto.

Le tre aree della penisola italiana – Emergenza COVID-19

Il DPCM del 3 novembre 2020 ha suddiviso l’Italia in 3 diverse aree in base al livello di criticità causato dall’Emergenza COVID-19:

  • Regioni – Area GIALLA: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto
  • Regioni – Area ARANCIONE: Puglia, Sicilia
  • Regioni – Area ROSSA: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle D’Aosta.

Scarica l’ordinanza

DPCM 3 Novembre 2020

N.B.: Le disposizioni del Decreto sono efficaci fino al 3 dicembre 2020.

Misure scuola – Area GIALLA

  • Didattica a distanza al 100% superiori – Permane la possibilità di svolgere attività in presenza per l’uso dei laboratori o per garantire l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e, in generale, con bisogni educativi speciali.
  • Infanzia, primaria, secondaria primo grado – Resta in presenza
  • Mascherina obbligatoria anche al banco – Uso obbligatorio di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, fatta eccezione per i bambini di età inferiore ai 6 anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.
  • Riunioni collegiali – Solo in modalità digitale a distanza
  • Viaggi di istruzione – Sono sospesi. Stessa cosa anche per le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche, fatte salve le attività PCTO.
  • Università – chiuse, lezioni a distanza.

Misure scuola – Area ARANCIONE

Per la scuola sono valide le stesse misure previste nella zona GIALLA.

Misure scuola – Area ROSSA

C’è una differenza rispetto alle altre due aree:

Restano in presenza: la scuola dell’infanzia, i servizi educativi per l’infanzia, la primaria e il primo anno della scuola secondaria di primo grado. Le attività didattiche in tutti gli altri casi si svolgeranno esclusivamente con modalità a distanza. Quindi oltre alle scuole superiori, anche la seconda e terza media svolgeranno le lezioni in modalità DAD.

Zona rossa o meno, le attività di laboratorio possono essere svolte in presenza

Il Ministero dell’Istruzione ha inviato alle scuole Nota per le istituzioni scolastiche con le modalità di applicazione del DPCM firmato il 3 novembre.  La nota ricomprende indicazioni che vanno dalla didattica digitale integrata, alla scuola in carcere e in ospedale, alla frequenza degli alunni con disabilità e dei figli del personale sanitario.

A pagina 3 della medesima:

“Per quanto attiene i percorsi i cui piani degli studi e quadri orari prevedono esercitazioni pratiche e di laboratorio, entro cui annoverare tutte le attività di laboratorio caratterizzanti e non altrimenti esperibili, quali a mero titolo esemplificativo i laboratori coreutici e coreografici, resta salva la possibilità di svolgere in presenza tali attività didattiche, purché formalmente contemplate dai vigenti ordinamenti e nel rigoroso rispetto dei protocolli di sicurezza. Le istituzioni scolastiche sono chiamate responsabilmente a considerare che le predette attività, in special modo per le materie di indirizzo, costituiscono parte integrante e sostanziale dei curricoli e, non da ultimo, elemento dirimente sulla base del quale moltissimi studenti hanno scelto di frequentare gli specifici percorsi.

Laboratori coreutici e coreografici in presenza; e lo strumento musicale?

Premessa

Lo studio dello strumento musicale costituisce parte integrante del progetto metodologico – didattico della scuola secondaria di I e II Grado e, pertanto, si configura come specifica offerta formativa e non va confuso con attività laboratoriali o musicali o strumentali di vario tipo.

Strumento musicale nelle scuole secondarie di primo grado e secondo grado

La nota ministeriale non fa espressamente riferimento allo strumento musicale insegnato nelle specifiche scuole secondarie di primo o secondo grado. L’esercitazione pratica di cui fa riferimento il documento è certamente una caratteristica fondamentale nell’approccio allo strumento, ma è una tipologia di attività esperibile anche da casa, pur con le non poche difficoltà annesse alla didattica a distanza tra le quali:

  • Problematiche di connessione che rendono il suono degli strumenti musicali poco chiaro nel processo digitale di transizione dal dispositivo dell’alunno a quello del docente;
  • Visibilità non ottimale: pensiamo a titolo esemplificativo, ad uno studente che sbaglia una determinata diteggiatura in un passaggio musicale. L’insegnante dovrebbe avere a disposizione più inquadrature ravvicinate sulle mani dei ragazzi, cosa praticamente impossibile a meno che l’allievo disponga di più telecamere che nel medesimo istante producano immagini/video dettagliate;
  • Il ritardo del suono: è decisamente la questione più frustrante per i docenti di strumento musicale. Quando ciò avviene per le parole o frasi è già un disagio; pensate cosa significa ascoltare dei suoni in sequenza ritardati, poco chiari o magari udibili a tratti.

Laboratorio di musica di insieme nei Licei Musicali. Distanza o presenza?

Il laboratorio di Musica d’insieme (canto – strumenti a fiato – strumenti ad arco – musica da camera) è un’attività laboratoriale nonchè distinta disciplina prevista nel piano degli studi e quadri orari dei Licei Musicali.

Nel caso di tale attività laboratoriale/musicale è possibile svolgerla in presenza nel rigoroso rispetto dei protocolli di sicurezza. Nello specifico, rammentiamo, che le attività corali e gli strumenti a fiato (in gruppo e non) devono rispondere a maggiori cautele e precauzioni. Ne avevamo parlato in questo articolo:

Coronavirus, Lezioni di canto/musica: se non sono in sicurezza possono non svolgersi

Conclusioni

Devono svolgersi in modalità didattica a distanza le lezioni di:

  • strumento musicale – scuole secondarie di primo grado
  • strumento musicale – scuole secondarie di secondo grado/Licei musicali

Possono svolgersi, se in sicurezza, in presenza le lezioni di:

  • Laboratorio di musica d’insieme, disciplina prevista nei Licei Musicali.

Qualora i docenti siano in possesso di speciali software per una migliore configurazione e trasmissione del suono digitale, in questo caso, è possibile svolgere la musica d’insieme da casa. Naturalmente ciò dipende dalla singola Istituzione scolastica, che nell’ambito della sua autonomia e regolamentazione didattico-organizzativa annessa, può disporre, in base alla specifica situazione epidemiologica locale e nel rispetto della Legge, le lezioni come ritiene più opportuno.

Nuovo DPCM: ecco le Regioni gialle, arancioni e rosse (ORDINANZA). Quali scuole chiudono, cosa posso fare e cosa no

Nota per gestire scuole fino al 3 dicembre, Anief: i docenti possono fare lezione da casa, il personale Ata va in smart working

Coronavirus, Lezioni di canto/musica: se non sono in sicurezza possono non svolgersi

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!