Licei Musicali: in GPS Seconda Fascia riammessa con riserva docente A55 Strumento Musicale

Stampa

Patrizia Basili Gilda degli Insegnanti di Perugia – Il TAR dell’Umbria ha riammesso provvisoriamente nella Seconda Fascia GPS una docente di Strumento nei Licei Musicali, esclusa per la mancanza del presunto requisito di accesso alla GPS dei 16 giorni di “servizio specifico”.

Il decreto cautelare monocratico del Presidente del TAR dell’Umbria del 12 novembre u.s., fa seguito ad un ricorso sostenuto dalla GILDA degli Insegnanti e patrocinato dall’avv. Fabio Amici del Foro di Perugia, che impugna il depennamento di una docente di Strumento Musicale dalla GPS ed il conseguente licenziamento dall’incarico su cattedra annuale, ad opera di un Liceo della provincia di Perugia.

Il ricorso intende giungere ad una pronuncia chiarificatrice sul presunto requisito di 16 giorni di “servizio specifico”, per poter accedere alla Seconda Fascia delle GPS per le discipline dei Licei Musicali A-53, A-55, A-63, A-64.

La necessità del requisito è stata asserita ex post dalla Nota Ministeriale 1550 del 4.09.2020, che, interpretando in modo arbitrario l’art. 4 dell’O.M. 60/2020, confonde i requisiti per l’accesso alla Prima Fascia GPS (abilitazione) con i requisiti per l’accesso alla Seconda Fascia (titolo di studio) con la conseguenza paradossale di determinare l’esclusione dalla Seconda Fascia GPS di quasi tutti i possibili aspiranti a supplenze nelle discipline specifiche dei Licei Musicali.

Questa interpretazione contraddice il principio base della Seconda Fascia GPS (Terza Fascia Graduatoria di Istituto) che è quello di consentire il primo accesso all’insegnamento a chi possieda il titolo di studio necessario, così come di costituire una riserva di aspiranti idonea a soddisfare le necessità di supplenti sia per incarichi annuali che per supplenze brevi.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!