Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Licei Artistici. A Salerno il I convegno provinciale interistituzionale

WhatsApp
Telegram

I dirigenti scolastici dei Licei Artistici della Provincia di Salerno, appartenenti alla Rete Regionale dei Licei Artistici Campani, in collaborazione con il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, Luisa Franzese, hanno inteso promuovere il primo Convegno Interistituzionale, aperto a dirigenti scolastici dei licei artistici della regione, ai docenti, agli alunni e ai genitori delle scuole di ogni ordine e grado e agli operatori culturali, sul tema: “I Licei Artistici e i Beni Culturali”.

Il convegno si svolgerà nel Salone di Rappresentanza della Provincia di Salerno, lunedì 13 febbraio 2017, alle ore 16:00.

Il convegno, ha l’intento di valorizzare e far conoscere le finalità specifiche dei Nuovi Ordinamenti di Liceo Artistico e di promuovere l’azione di rete, correlata al progetto formativo e di alternanza scuola – lavoro, promosso dal Direttore Regionale della USR Campania, dal titolo “I tesori nascosti della Campania”.

L’azione complessiva, tenuto conto che si è costituita la Rete Nazionale dei Licei Artistici Italiani (ReNaLiart), ha, tra gli altri, lo scopo di creare una sinergia e rendere concreta l’azione di interazione, promossa dal protocollo d’intesa Miur – MiBACT , tra le Scuole e le Soprintendenze ai Beni Archeologici, Artistici, Storici e Paesaggistici, nonché con le Università, gli Enti Locali, gli Organismi pubblici o privati, interessati alla promozione dei beni culturali sul territorio ed «intende costruire reti interistituzionali, per dare forza e valore ad una attività formativa che, partendo dalla rete progettuale dei Licei Artistici Campani e dalle specifiche finalità formative che li connotano, sia capace di entrare nei processi innovativi dei diversi contesti di apprendimento e di valorizzare il sistema della ricerca-azione, quale metodologia efficace per sostenere la motivazione ad apprendere».

Infatti, l’Art. 4 del Regolamento dei Licei ( DPR N. 89 / 2010), chiarisce le specifiche finalità assegnate ai Licei Artistici, fra le quali vi è quella di fornire «allo studente gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per coglierne appieno la presenza e il valore nella società odierna». Di qui il ruolo fondamentale della Storia dell’Arte, disciplina presente in tutti e cinque gli anni del percorso scolastico. La Storia dell’Arte è vista “come domanda di educazione, di cultura, di conoscenza e di rispetto del patrimonio, dal punto di vista culturale, storico, artistico e antropologico, ma anche come strategia formativa dei cittadini e del vivere civile del nostro tempo”. Per questo i dirigenti scolastici del Liceo Artistico “Sabatini-Menna” di Salerno, dell’IIS. “Perito-Levi”, con annesso Liceo Artistico di Eboli, dell’IIS “P.Leto”, con annesso Liceo Artistico di Teggiano e il Liceo Artistico “A. Galizia” di Nocera Inferiore hanno voluto organizzare questo importante momento di dibattito e confronto propositivo “a più voci”.

I dirigenti scolastici intendono offrire un forte segnale in favore del ruolo che i Licei Artistici devono avere per la formazione dei giovani nel settore dei Beni Culturali e delle Arti in generale, auspicando la reintroduzione dell’indirizzo di studio in “Rilievo e Catalogazione”, eliminato dalla riforma Gelmini. Porgeranno i saluti istituzionali Giuseppe Canfora, Presidente Provincia di Salerno; Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno; Corrado Matera, Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania; Lucia Fortini Assessore All’istruzione e alle Politiche Sociali della Regione Campania. L’introduzione sarà affidata a Luisa Franzese, Direttore Scolastico Regionale USR Campania.

Seguiranno gli interventi di Ester Andreola, Dirigente Scolastico Liceo Artistico “Sabatini-Menna” Salerno; Maria Giuseppa Vigorito, Dirigente Scolastico Liceo “A. Galizia” Nocera Inferiore; Giovanni Giordano, Dirigente Scolastico I.I.S. “Perito-Levi” di Eboli; Ruggiero Bignardi, Esperto Beni Culturali Provincia di Salerno; Giovanna Scarano, Direttrice Polo Museale di Eboli; Luigina Tomay, Direttrice Polo Museale di Pontecagnano Faiano; Emilia Alfinito, Direttrice Museo Archeologico Nazionale Valle del Sarno e della Certosa di Padula; Gabriel Zughtriegel, Direttore Museo Archeologico Nazionale di Paestum; Francesca Casule, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Salerno e Avellino; Maria Giovanna Riitano, Direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale, Università degli Studi di Salerno. Conclude Antimo Cesaro, Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Modera Rocco Colombo, Dirigente Scolastico dell’Istituto “P. Leto” di Teggiano.

Gerardo Pecci

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur